Grande musica a Merate

Plantasia emoziona l’Auditorium Giusi Spezzaferri

Ancora un appuntamento di successo del Festival Agnesi

Plantasia emoziona l’Auditorium Giusi Spezzaferri
Cultura Meratese, 30 Agosto 2021 ore 10:25

Venerdì 27 agosto 2021 nell'Auditorium Giusi Spezzaferri è andato in scena il concerto degli Esecutori di Metallo su Carta con in programma Plantasia, il capolavoro di Mort Garson: l’evento è inserito all’interno della manifestazione Festival Agnesi, una settimana di musica, arte e amicizia con l’Orchestra Agnesi di Merate.

Plantasia emoziona l’Auditorium Giusi Spezzaferri

La serata si è aperta con i saluti di Marcello Corti, direttore d’Orchestra: oltre ai ringraziamenti all’amministrazione comunale e agli sponsor del Festival, Marcello Corti  ha portato i saluti di Maria Alessandra Panbianco, presidente dell’Associazione. Inoltre ha introdotto i quattro artisti presenti sul palco: Sebastiano De Gennaro, percussionista, Damiano Afrifa e Luisa Santacesaria (pianisti) e Alessandro Trabace, violinista. I quattro musicisti hanno eseguito Plantasia con quattro sintetizzatori. “Questi strumenti messi insieme hanno più di 200 anni, e la loro età si sente tutta! - ha spiegato Sebastiano De Gennaro - ma assieme a tutti i difetti dovuti all’età, questi Synth hanno un colore avvolgente ed un suono morbidissimo”.

6 foto Sfoglia la gallery

Quindi i musicisti hanno eseguito le dieci tracce di Plantasia, l’album iconico di Mort Garson che ad ogni traccia abbina una pianta da appartamento. I brani sono stati introdotti dalla voce fuori campo di Enrico Gabrielli: con ironia e sense of humor, il compositore toscano ha introdotto ogni singolo vegetale dando attenti suggerimenti per la loro cura e la rigogliosa crescita. Uno spettacolo davvero unico nel suo genere e condotto dagli Esecutori di Metallo su Carta in modo energico e allo stesso tempo delicato. Il pubblico Meratese, inizialmente sorpreso ma poi piacevolmente divertito ed incuriosito dalla serata, ha accompagnato i musicisti con applausi entusiasti. L’evento era al completo: anche se i posti a disposizione erano appena 66, la serata è perfettamente riuscita anche se i due Pothus presenti in sala non hanno mostrato segni di una crescita miracolosa. Il concerto si è concluso con la presentazione della nuova shopper del Festival: un omaggio alla Settima Sinfonia di Beethoven e alla Settima Edizione di questa iniziativa che dal 2015 riempie Merate di Musica.

Necrologie