Airuno

La storia di Carlo Gilardi raccontata dalle Iene commuove e smuove le coscienze VIDEO

Il sindaco: "L’Amministrazione Comunale non è in nessun modo coinvolta in questa situazione e, soprattutto, non è informata riguardo l’attuale ubicazione del prof Carlo Gilardi"

Meratese, 18 Novembre 2020 ore 09:41

Ha suscitato una ondata di commozione, ma soprattutto tanti interrogativi lasciati senza una risposta, la storia dei Carlo Gilardi, pilastro e benefattore della comunità di Airuno, raccontata da le Iene. Il servizio realizzato da Nina Palmieri, è andato in onda nella serata di ieri, martedì 17 novembre 2020, durante la puntata della arcinota trasmissione tv di Italia Uno.

GUARDA QUI IL SERVIZIO

La storia di Carlo Gilardi raccontata dalle Iene commuove e smuove le coscienze

Forte come un pugno sferrato a tradimento allo stomaco la tesi sostenuta dalle Iene. “Carlo Gilardi è un uomo di 90 anni che aveva denunciato la sua ex amministratrice di sostegno accusandola di manovre poco chiare. Secondo lui volevano dichiararlo incapace di intendere e volere, forse, sempre per Carlo, per interessi legati alla gestione del suo ricco patrimonio”. Così spiegano sinteticamente gli autori della trasmissione  che hanno anche lanciato un appello a tutti: “Vogliamo notizie di Carlo” (per ottenerle hanno anche creato un apposito indirizzo mail al quale inviare eventuali  segnalazioni vogliamonotiziedicarlo@gmail.com).

Perchè si cercano notizie dell’anziano? Perchè da tempo l’uomo non avita più nella storica dimora di Airuno, e nemmeno dell’abitazione del suo badante. E’ stato ricoverato in una Rsa, ma non si sa dove.

La complicata vicenda

Facciamo però un passo indietro ripercorrendo la storia raccontata da Le Iene. Carlo Gilardi, pilastro e benefattore della comunità di Airuno (diverse le donazioni fatte dall’uomo, l’ultima delle quali ha permesso la realizzazione di un parcheggio) è un uomo estremamente noto nel piccolo paese. Membro di una famiglia decisamente benestante, da sempre ha utilizzato la sua ricchezza per aiutare chi ne aveva bisogno. Intelligente e profondamente colto (ha scritto anche un libro), ma allo stesso tempo profondamente utile, con i suoi bene ha sempre aiutato chi aveva bisogno, come  Ibrahim divenuto poi il suo badante, un uomo che ha  accolto nella sua vita e nella sua casa  quando  è arrivato in Italia a soli 8 anni.

La nomina di un amministratore di sostegno

E’ proprio attraverso  le parole e le testimonianze di Ibrahim  che le Iene hanno raccontato la complicata vicenda di Carlo Gilardi che , dopo la segnalazione della sorella (più anziana di lui, l’unica parente in vita dell’uomo) è  stato affiancato da un amministratore di sostegno incaricato dal Tribunale di Lecco di gestire il suo grande patrimonio. Una   scelta  forse dettata da timore che qualcuno, considerata la sua grande generosità, potesse approfittarsi  di lui. Non a caso la vicenda ha assunto anche dei risvolti penali.

Il ricovero

L’anziano però (le Iene hanno mandato in oda diversi videomessaggi) ha vissuto la presenza dell’amministratore di sostegno come una intrusione difficile da sopportare e pur rispettando le regole ha più volte manifestato il suo malessere. Un amministratore di sostegno che per altro è stato denunciato dallo stesso Gilardi e infine sostituito.

Gilardi, ha lasciato la sua casa, considerata oggettivamente un luogo non consono per un anziano solo, e si è trasferito nella abitazione del suo badante fino a quando, qualche tempo fa è stato trasferito in una casa di riposo, apparentemente contro la sua volontà.

La nuova tutrice

Proprio in merito a questo ricovero le Iene hanno interpellato  l’avvocato Elena Barra, già presidente dell’ordine degli avvocati di Lecco che è stata nominata come nuovo amministratore di sostegno di Gilardi.

Dalle (poche ma significative) parole dell’avvocato Barra è evidente che la versione raccontata dalle Iene, seppur carica di pathos ed emozionante. è con tutta probabilità non completa. Cosa c’è dietro?

 

Il sindaco

Nella tarda serata di ieri, poco dopo la messa in onda del servizio, il sindaco Alessandro Milani ha affidato alla sua pagina Facebook una breve nota a commento della vicenda.

“Carissimi concittadini, a seguito del servizio andato in onda questa sera dal programma televisivo Le Iene, mi sento il dovere di fare una precisazione nei confronti di una persona a tutti noi cara. L’Amministrazione Comunale non è in nessun modo coinvolta in questa situazione e, soprattutto, non è informata riguardo l’attuale ubicazione del prof Carlo Gilardi. Gli airunesi lo conoscono da sempre e siamo tutti molto affezionati a lui. È sempre stato un benefattore della nostra comunità, si è sempre speso e non si è mai risparmiato. Persona molto colta, nobile d’animo merita il massimo rispetto e in questo momento nulla deve essere spettacolarizzato”.

 

 

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia