Menu
Cerca
Lecco

Il Governatore Fontana al Palataurus: “Struttura eccellente, hub di massa più sicuri ed efficienti dei centri di prossimità”

Lombardia zona gialla un rischio? Non per il Governatore. "E' la fotografia di una situazione in lento ma costante miglioramento. Dobbiamo rispettare le regole e le linee guida di condotta che sono state rese ancora più stringenti per la presenza delle varianti"

Cronaca Lecco e dintorni, 23 Aprile 2021 ore 14:14

“Ho trovato una realtà eccellente, bella dal punto di vista strutturale che da quello organizzativo e ancor più bella per la gente che ci lavora. Medici, infermieri, volontari: tutti stanno lavorando tantissimo, sono sforzo, ma lo stanno facendo con un grande entusiasmo”. Lo ha detto il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, a margine della visita all’hub vaccinale di Lecco, al Palataurus, centro allestito anche grazie all’impegno, oltre che delle istituzioni e delle autorità sanitarie, della Fondazione Comunitaria del Lecchese e delle associazioni di categoria Api, Confindustria, Confartigianato e Confcommercio.

Il Governatore Fontana al Palataurus

Il Governatore, impegnato nella giornata di oggi, venerdì 23 aprile 2021, in un tour tra le province di Varese, Como e Lecco, dove ha visitato anche il  polo vaccinale allestito alla Technoprobe di Cernusco Lombardone, ha tessuto le lodi del sistema vaccinale Lecchese del Palataurus dove ad oggi sono attive 9 linee (ma diventeranno 15 e potranno essere ulteriormente incrementate) e dove sono state effettuate 10mila delle 30mila vaccinazioni totali fatte in provincia di Lecco.

Ad accompagnare il presidente nella visita i  numeri uno di Asst e Ats Paolo Favini e Silvano Casazza, il sottosegretario regionale “di casa”, Antonio Rossi, il consigliere regionale Mauro Piazza, il senatore Antonella Faggi, il prefetto Castrese de Rosa e il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni.

“Hub di massa più sicuri ed efficienti dei centri di prossimità”

Una promozione a pieni voti quella del Palataurus quella fatta da Fontana, che sostiene  convintamente la scelta compiuta  da regione di puntare sui grandi hub massivi a discapito dei centri vaccinali di prossimità. Scelta che sul nostro territorio è stata duramente messa in discussione dai sindaci  che hanno sempre puntato sulla bontà dei piccoli centri nel Comuni dove la campagna degli over 80 si è svolta in modo ottimale.

 

“Negli hub massivi si possono sfruttare meglio il personale e la logistica – ha sottolineato Fontana – Non dobbiamo inoltre dimenticare che sitiamo parlando di vaccini delicati anche dal punto di vista della conservazione. Avremmo rischiato di non avere la stessa efficienza e la stessa sicurezza”.

L’andamento della campagna vaccinale

Impossibile dire ad oggi quando terminerà la campagna vaccinale in Lombardia. “Tutto dipende dalle dosi di vaccini che ci verranno consegnate. Noi stiamo salendo, ieri siamo arrivato a 70mila dosi inoculate, settimana prossima ci tareremo sulle 100mila ma poi dovremo rallentare perchè scarseggiano le forniture.  Speriamo che a maggio la situazione sul fronte degli approvvigionamenti migliori”.

Zona gialla

Lombardia zona gialla un rischio? Non per il Governatore. “E’ la fotografia di una situazione in lento ma costante miglioramento. Dobbiamo rispettare le regole e le linee guida di condotta che sono state rese ancora più stringenti per la presenza delle varianti”.

Necrologie