Associazione dei consumatori

Disservizi ferroviari tra Paderno e Calusco, interviene il Codacons: “Esposto in Procura”

Dura presa di posizione dopo il caso di oggi lungo la linea Bergamo-Milano via Carnate.

Disservizi ferroviari tra Paderno e Calusco, interviene il Codacons: “Esposto in Procura”
Meratese, 12 Ottobre 2020 ore 14:46

Anche il Codacons interviene sui gravi disservizi registrati oggi, lunedì 12 ottobre 2020, lungo la linea Bergamo-Milano via Carnate. Disservizi che hanno anche provocato lunghissime code nei pressi del ponte di Paderno.

Disservizi ferroviari, la nota del Codacons

“L’avranno anche riaperta, ma la linea Bergamo-Milano via Carnate non gode di buona salute – si legge nel comunicato dell’associazione in difesa dei consumatori – O meglio, non la godono i treni che ci trasporta, visto che da un giorno all’altro se ne rompe uno e l’altro pure. Ma non solo, chi arriva da Bergamo e Lecco, varcato il confine provinciale, si trova un assembramento che fa a pugni con qualunque ordinanza o Dpcm in vigore ed è costretto a viaggiare stretto come una sardina, perché quando salta un treno i viaggiatori si affollano su quelli successivi, perché il numero di convogli non è sufficiente e non vengono organizzati servizi di bus sostitutivi come sarebbe necessario”.

Basta un guasto per causare una serie di cancellazioni

Tantissimi i disservizi, sia ferroviari che viabilistici, registrati nella giornata di oggi, ma non solo, come denunciato da più parti da quando il ponte San Michele ha riaperto ai treni. “La mattina basta un guasto ad un treno per causare una serie di cancellazioni, soppressioni totali e parziali a catena e ritardi che creano enormi disagi ai pendolari in viaggio per andare al lavoro. Il treno coinvolto nel disastro è stato il 25815 che parte da Milano e giunge a Bergamo, uno dei primi della giornata, visto che parte alle 5,31. È arrivato a Carnate, ha raccolto i pochi passeggeri già in viaggio a quell’ora, è ripartito per Paderno-Robbiate, ma non ci è mai arrivato. Bloccato in mezzo alla campagna meratese, un treno vecchio che a forza di riparazioni non ce la fa più e si guasta con facilità e frequenza, come molti altri della linea, che conta l’età media dei convogli più alta. A catena, come una palla di neve che diventa valanga, si sono susseguiti ritardi e cancellazioni”.

Moltissime le lamentele

Questo il commento del presidente del Codacons Marco Maria Donzelli in seguito a numerose lamentele: “Avevano promesso un’efficienza super il rientro nelle scuole, e invece nonostante le tante raccomandazioni e il particolare momento storico che stiamo vivendo, la situazione è rimasta praticamente invariata rispetto agli altri anni. Il Codacons presenterà un esposto alla Procura della Repubblica, al fine di vagliare la sicurezza del trasporto pubblico e prevenire nuovi focolai”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia