Cronaca
Cassago Brianza

Coronavirus: la minoranza propone la raccolta del verde porta a porta

Ecco la proposta lanciata dal gruppo di minoranza Progetto Cassago Democratica

Coronavirus: la minoranza propone la raccolta del verde porta a porta
Cronaca Casatese, 04 Aprile 2020 ore 13:00

A causa dell'emergenza Coronavirus la piattaforma ecologica di Cassago Brianza è stata chiusa e, di conseguenza, è possibile che la gestione del verde all'interno dei giardini dei cittadini possa risultare problematica. Per questo motivo il gruppo di Minoranza «Progetto Cassago Democratica» ha proposto all'Amministrazione di effettuare una raccolta straordinaria del verde a domicilio per una o due volte al mese sino alla fine di aprile.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: mascherine nella cassetta della posta

Il problema del verde al tempo del Coronavirus

Tramite un apposito post pubblicato sulla sua pagina Facebook, il gruppo di opposizione ha comunicato ai cittadini la sua proposta portata all'attenzione dell'Amministrazione per risolvere l'eventuale accumulo di foglie e erba all'interno dei giardini. La minoranza, in particolare, ha ipotizzato che la raccolta straordinaria del verde a domicilio potrebbe essere svolta da Silea così come già accade in altri Comuni del Territorio.

Qui di seguito pubblichiamo il testo integrale del post:  « In queste settimane in cui siamo costretti in casa, vediamo la primavera esplodere fuori dalle nostre finestre: uccelli che cantano, alberi che mettono i fiori, la temperatura che si alza... Tutte cose che ci mettono di buonumore e ci fanno sperare di poter al più presto uscire di casa. Ma per molti l'arrivo della primavera è anche un problema in più. Oggi è sabato, e diversi cassaghesi solitamente approfittavano di queste belle giornate per sistemare il proprio giardino, portando il verde al centro di raccolta. Ora, il centro di raccolta è ovviamente chiuso, ma non per questo l'erba nei campi e nei giardini smette di crescere. Se non sarà possibile riaprire a breve il centro, fra non molto la gestione del verde diventerà un grosso problema. Quindi, ci sentiamo di dare un consiglio all'Amministrazione. Perché non chiedere a Silea di organizzare, durante questo mese, una o due raccolte straordinarie del verde porta a porta? Molti Comuni vicini già lo fanno regolarmente. Potrebbe essere una soluzione semplice per evitare di ritrovarci, a breve con cumuli di erba e foglie ammassati nei nostri giardini».

Necrologie