Nuove regole

Casatenovo, per andare a messa non serve più la segnalazione online

Un esperimento per tentare di tornare alla normalità in sicurezza e nel rispetto di tutte le norme.

Casatenovo, per andare a messa non serve più la segnalazione online
Casatese, 09 Agosto 2020 ore 10:35

La comunità pastorale Maria Regina di tutti i Santi di Casatenovo prova a fare un passo avanti, nella speranza di tornare ad una situazione analoga (o quasi) a quella precedente alla pandemia. A partire dalla messa vigiliare di venerdì 14 agosto si potrà partecipare alla funzione senza le necessità di prenotarsi sul sito.

Le messa dopo la quarantena

Finita la quarantena, i fedeli erano ansiosi di tornare e partecipare alle messe di persona. Data la delicatezza della situazione post quarantena,  la comunità pastorale ha dovuto istituire delle regole molte severe nel rispetto delle norme per evitare l’affollamento negli spazi chiusi della chiesa. Una di queste è la “prenotazione” sul sito della comunità per poter partecipare allo svolgimento della funzione. Le messe di sabato 8 agosto e del 9 agosto 2020 saranno (per adesso) le ultime alle quali sarà necessaria una prenotazione.

Un esperimento per tornare alla normalità

A partire dalle messe del 14 agosto 2020, non sarà più necessario segnalare la propria presenza in chiesa. Continuano, però, a vigere tutte le altre regole e norme di precauzione, tra cui la misurazione della temperatura prima di entrare in chiesa, l’utilizzo della mascherina, detergere le mani, occupare i posti davanti e uscire dall’edificio distanziati. Si chiede ai fedeli di rispettare queste norme, sopratutto le ultime due (si è costatato che spesso chi entra in chiesa si siede dove vuole, invece di occupare, i primi che arrivano, i posti davanti). Il compito dei volontari sarà proprio quello di vigilare affinché tutte queste norme siano rispettate. Per ulteriori informazioni ed aggiornamenti consultare il sito della comunità.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia