Cronaca
Nella notte

Brivio, violento frontale sulla ss342: coinvolte sei persone

Sul posto un'auto medica e quattro autoambulanze

Brivio, violento frontale sulla ss342: coinvolte sei persone
Cronaca Meratese, 01 Maggio 2022 ore 09:24

Violento frontale nella notte lungo la ss342 a Brivio, località Vaccarezza vecchia. I Vigili del fuoco e quattro ambulanze sul posto per soccorrere i feriti.

Violento frontale a Brivio

L'incidente sembra sia avvenuto tra la mezzanotte e l'una della notte tra sabato 30 aprile 2022 e domenica 1 maggio 2022. Un brusco frontale ha visto coinvolte tre autovetture che viaggiavano lungo la ss342 a Brivio, località Vaccarezza vecchia. Immediata la chiamata ai soccorsi che si sono subito attivati per raggiungere il luogo dell'incidente nel più breve tempo possibile.

L'arrivo dei soccorsi

Sul posto un'auto medica e quattro autoambulanze: due da Lecco, la Croce Rossa di Merate e la Croce Rossa di Olginate. Allertati anche i Vigili del fuoco del comando di Lecco e del Distaccamento di Merate, che si sono occupati di estrarre dalle autovetture, completamente distrutte come si evince dalle foto, le sei persone coinvolte nel brusco incidente.

Le condizioni delle persone coinvolte

Non appena è giunta la chiamata al 118, si è temuto il peggio. Difatti, i soccorsi si sono immediatamente attivati in codice rosso. Una volta arrivati sul posto, fortunatamente, il tutto si è rivelato meno grave del previsto. Per il momento si sanno le generalità solo di quattro delle sei persone che i Vigili del fuoco hanno estratto dalle proprie autovetture, tra questi anche un giovanissimo di 15 anni. Insieme a lui, un ragazzo di 18 anni, uno di 27 anni e un altro di 37 anni.

Stando alle informazioni ricevute, solo due delle persone coinvolte avrebbero riportato ferite più gravi da richiedere il codice giallo. Per le altre, fortunatamente, è stato assegnato il codice verde.

3 foto Sfoglia la gallery

LEGGI ANCHE Ennesima rissa, questa volta a Brivio: ferito un 26enne

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie