Mercato

Barzanò: ripristinato il mercato settimanale, ma con accesso contingentato

Si riprende dal 30 aprile, ma il mercato sarà limitato solo alla vendita di prodotti alimentari

Barzanò: ripristinato il mercato settimanale, ma con accesso contingentato
Casatese, 28 Aprile 2020 ore 14:58

Riprenderà dal prossimo 30 aprile, fino ad ulteriori comunicazioni, il mercato settimanale a Barzanò, in pieno centro Paese. Un piccolo passo verso un lento ritorno alla normalità, anche se non sarà ovvimente tutto uguale e ci saranno ancora diverse prescrizioni da osservare attentamente.

LEGGI ANCHE: La fase 2 di Casatenovo: ecco cosa prevede

In accordo con l’ordinanza regionale del 24 aprile, l’Amministrazione ha deciso di ripristinare il mercato settimanale dove però sarà consentita solo la vendita di prodotti alimentari. L’accesso avverrà in seguito alla misurazione corporea ed in modo contingentato per evitare assembramenti in prossimità dei punti vendita o di altri luoghi della piazza.  Nella comunicazione diramata dall’Amministrazione comunale si legge inoltre che solo un componente per nulceo familiare potrà accedere, fatte salve necessità di accompagnamento per figli minori di 14 anni, disabili o anziani non autosufficienti.

Restano obbligatori ovviamente anche i dispositivi di protezione individuale come guanti e mascherine che vanno indossati, facendo attenzione a mantenere anche la distanza di un metro dalle altre persone presenti.

Per poter consentire l’accesso al mercato il sindaco ha emesso una nuova ordinanza che va a specificare tutte quelle che saranno le misure adottate: il perimetro dell’area verrà delimitato in modo che vi sia un solo varco di accesso separato da quello di uscita, entrambi saranno opportunamente segnalati anche all’interno del mercato. Prevista la presenza di personale addetto a fornire assistenza, che avrà il compito anche di vigilare sul rispetto delle norme igienico sanitarie ed il mantenimento della distanza di sicurezza tra le persone. A coordinare sul posto il personale sarà il Comandante della Polizia Locale. Sia ai clienti che agli operatori commerciali prima dell’accesso all’area verrà rilevata la temperatura corporea ed è prevista l’inibizione dell’accesso per coloro i quali presenteranno una temperatura uguale o superiore a 37,5 °C.

LEGGI ANCHE: Coronavirus? dovremo per forza imparare a conviverci”

 

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia