Attualità
Merate

"Natale per sul serio", un libro strenna per le festività

La presentazione venerdì pomeriggio al Centro sociale anziani, presenti gli autori

"Natale per sul serio", un libro strenna per le festività
Attualità Meratese, 06 Dicembre 2022 ore 10:19

"Natale per sul serio", un libro strenna per le festività che verrà presentato venerdì pomeriggio, a partire dalle 15,30 al Centro sociale anziani di piazza don Minzoni a Merate.

"Natale per sul serio", un libro strenna per le festività

"Natale per sul serio": il libro scritto da Stefano Motta e illustrato da Giovanni Beduschi verrà presentato venerdì 9 dicembre alle 15,30 al Centro sociale anziani di piazza Don Minzoni a Merate.

Nell’occasione Beduschi, che è   il cartoonist del Giornale di Merate, eseguirà anche vignette e caricature, divertendo i presenti. Sarà presente anche Franca Galimberti, editor della casa editrice Ancora, che ha pubblicato il volume, in vendita online e nelle migliori librerie.

Natale per sul serio

Prima di quest’avventura insieme Beduschi e Motta non si conoscevano, eppure abitano a pochi chilometri di distanza.
Stefano Motta è di Desio (MB) ed è conosciuto a Merate e dintorni per essere stato professore e preside del Collegio Villoresi; Giovanni Beduschi è di Bovisio Masciago, sempre in provincia di Monza e della Brianza, e da circa un anno e mezzo a questa parte impreziosisce con le sue vignette il Giornale di Merate, settimanale del Gruppo Netweek. Dal loro incontro è nato un volumetto divertente ma dal profondo significato che verrà presentato venerdì i un pomeriggio che si preannuncia interessante. Tutti sono invitati, non soltanto gli anziani. Anzi, se i nonni vorranno portare qualche nipotino non se ne pentiranno.

"Natale per sul serio"

locandina Natale per sul serio

Il libro: nella famiglia Mattei c’è il piccolo Adriano che ha la geniale ostinazione di fare il presepe per davvero, «per sul serio», dice. Contemporaneamente nella famiglia di Nazareth sta arrivando un altro piccoletto che scombussolerà il mondo. Le due famiglie sono messe a confronto in un racconto nel quale i personaggi, grazie al piccolo Adriano e alla sua fantasia, che è propria di ogni bambino, interagiscono. Creando all’inizio più di un problema al capofamiglia, che alla fine del racconto si troverà però accanto al figlio a vivere la gioia del Natale. Protagonisti del libro anche un’asina protettiva, un bue scanzonato e un agnello indisciplinato, disegnati dalla inimitabile mano di Beduschi.

Seguici sui nostri canali
Necrologie