Attualità
Solidarietà

La Croce Rossa di Merate lancia una raccolta farmaci per l'emergenza Ucraina

Nelle farmacie aderenti del territorio meratese è possibile acquistare dei medicinali che verranno inviati nei territori colpiti dal conflitto

Attualità Meratese, 24 Marzo 2022 ore 10:05

Il Comitato di Merate della Croce Rossa Italiana lancia una campagna di raccolta farmaci straordinaria per sostenere la Croce Rossa Ucraina, i cui volontari stanno lavorando senza sosta alla luce dell'intensificarsi delle violenze e della conseguente emergenza umanitaria nel Paese.

LEGGI ANCHE "Lecco ospita l'Ucraina": continuano le donazioni. 160 famiglie aprono le loro case

La Croce Rossa di Merate lancia una raccolta farmaci per l'emergenza Ucraina

Nelle farmacie e parafarmacie del territorio meratese che hanno aderito all'appello della CRI di Merate, da oggi sarà possibile acquistare farmaci e medicazioni che verranno successivamente inviati in Ucraina. "I cittadini interessati possono comprare medicinali o materiali sanitari segnalati dall'Associazione (tra cui, ad esempio, paracetamolo e ibuprofene in compresse) e lasciarli al farmacista che provvederà a conservarli correttamente fino al ritiro da parte dei volontari del Comitato locale" spiegano dalla Cri.

 

"Le medicine e i dispositivi sanitari saranno quindi spediti in Ucraina dove la Croce Rossa sta intervenendo sia nelle aree di confine nell’ovest del paese, aiutando le centinaia di migliaia di persone in fuga, sia nelle aree attualmente sotto attacco militare".

Croce Rossa Ucraina si è attivata fin da subito in operazioni di assistenza umanitaria alla popolazione, tra cui attività di primo soccorso, distribuzione di beni primari, supporto socio-sanitario e psicologico, servizi di facilitazione delle riunificazioni delle famiglie che sono state separate dal conflitto

Il Comitato Internazionale di Croce Rossa è anch’esso presente nel territorio nazionale, in particolare nelle aree dell’est Ucraina, dove fornisce supporto tecnico e logistico agli ospedali e alle strutture civili essenziali danneggiati dal conflitto, come anche promuove a livello diplomatico il rispetto e l’applicazione del diritto internazionale umanitario.

"Per ragioni di sicurezza e di tracciabilità, i farmaci donati dovranno essere nuovi e acquistati direttamente nel punto vendita aderente. Verranno inoltre accettati solo i medicinali i cui principi attivi sono indicati nella lista a disposizione di ogni farmacia e parafarmacia. Si ricorda inoltre che è attiva una raccolta fondi per finanziare le attività a supporto della popolazione civile colpita dal conflitto, la gestione degli sfollati presenti in Ucraina e quelli che stanno cercando riparo nelle nazioni confinanti, a cui è possibile aderire visitando il sito dona.cri.it/emergenzaucraina o inviando un SMS o chiamando da rete fissa il numero 45525".

Le farmacie aderenti

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie