Tempo libero
Montagna

Torna la Sgrignettata, la festa outdoor della Grignetta

Tutto pronto per il weekend 20-22 maggio. Un fine settimana all’insegna dell’outdoor

Torna la Sgrignettata, la festa outdoor della Grignetta
Tempo libero Lecco e dintorni, 09 Maggio 2022 ore 17:35

Tutto pronto per il weekend 20-22 maggio. Un fine settimana all’insegna dell’outdoor con serate a tema e tante attività nel paradiso della Grignetta, a due passi dalla città di Lecco. Trekking, arrampicata e sentiero attrezzato, test materiali e campo tendato per chi vuole vivere una esperienza outdoor completa e con nottata sotto le stelle: questi gli ingredienti base della festa per celebrare i 20+1 anni di attività di Sherpa Mountain Shop.

Torna la Sgrignettata, la festa outdoor della Grignetta

Organizzata dal negozio di Ronco Briantino (MB) Sherpa Mountain Shop con la collaborazione di Resinelli Turismo Lab e Valsassina Outdoor Experience, torna l’evento outdoor della Grignetta. Saranno infatti le guglie appuntite e i sentieri della skyline lecchese per eccellenza a fare da cornice all’evento che ha, come campo base, i Piani dei Resinelli. La kermesse, la cui ultima edizione risale al 2018 e in seguito sospesa in tempo di pandemia, sarà quest’anno anche l’occasione per celebrare il 21esimo anniversario di Sherpa, punto di riferimento specializzato per gli sport outdoor. Ideatore della Sgrignettata è Giovanni Vigano, residente a Merate , titolare del negozio.

“I tanti eventi in programma, dalla serata con l’alpinista-medico Annalisa Fioretti al concerto di campane tibetane, erano stati pensati per festeggiare i 20 anni del negozio. La pandemia ha reso impossibili festeggiamenti e quindi ho deciso di rimandarli al 2022. Per questo mi piace dire che andiamo a festeggiare i 20+1 anni…” – commenta Giovanni, che negli anni è stato testimone (e protagonista) del mercato outdoor italiano, con tutti i suoi alti e bassi.

5 foto Sfoglia la gallery

Il programma

La kermesse si aprirà con la serata di venerdì 20 con Annalisa Fioretti al centro polifunzionale Monte Due Mani di Ballabio. L’himalaysta e dottoressa, di origini milanesi ma trasferita in Alto Adige, racconterà le sue esperienze sugli Ottomila e quel filo sottile che lega i grandi sogni di una donna, la sua vita personale e il suo lavoro di medico. Una professione che sottende il giuramento e la promessa solenne di mettere il valore della vita davanti ad ogni altro obiettivo personale e che, in più di una occasione, le ha precluso la vetta. Annalisa è anche autrice del libro “Oltre –  Nepal. viaggio al contrario tra polvere e sorrisi”. Al termine della serata sarà anche possibile acquistarne una copia oppure, per chi già la possiede, farsela autografare.

Sabato 21 spazio alle attività outdoor. Ci sarà l’inaugurazione, con trekking accompagnato, del sentiero Casimiro Ferrari. Il tracciato (10 km e 650 metri di dislivello positivo) è classificato come E (escursionistico) ed è adatto a tutti. Parte dai Resinelli e propone un itinerario inedito che collega diversi tratti di sentieri già esistenti ma raramente frequentati. Arriva al Forcellino, stupendo balcone sul lago, passando per l’alta via delle Grigne.

Oltre al trekking sarà anche possibile dedicarsi alle vie ferrate o all’arrampicata nelle falesie del Nibbio o Vaccarese con gli imbraghi e l’attrezzatura messa a disposizione dalle aziende nel Village situato al termine del parcheggio dei Resinelli, in zona chiesa. I marchi presenti per quanto riguarda le scarpette da arrampicata saranno La Sportiva e Tenaya, per il trail/avvicinamento ci saranno La sportiva e Scarpa. Imbraghi e attrezzatura climbing saranno a cura di Stubai e Beal.

Alle ore 18 l’insegnate Sabrina Rocca terrà una sessione di yoga serale e alle 20, al rifugio Porta grazie alla nuova rifugista Iris Gherbesi, ci sarà il concerto di campane tibetane.

Per chi lo desiderasse è possibile passare la nottata nel campo tende posto poco distante dal rifugio e offerto da Ferrino.

La giornata di domenica 21, oltre alla possibilità di essere accompagnati dalle guide sulla Direttissima (sentiero attrezzato) o sul sentiero Casimiro Ferrari, sarà giornata 100% climbing. Protagonista della giornata sarà Giuseppe Orlandi, conosciuto da tutti come Il “Calumer” e custode della Grignetta, che ha dedicato tutta la sua vita al soccorso alpino della Grigna, salvando centinaia di persone. Proprio lui accompagnerà gli scalatori alle falesie del Nibbio e Vaccarese, raccontando aneddoti ed esperienze legati ai luoghi.

Per i giovani (ma anche per i meno giovani) arrampicatori torna, su grande richiesta, lo street boulder su edifici, muri (e non solo!) dei Resinelli. I blocchi sono già stati tracciati e aspettano solamente di essere scalati. All’ultima edizione, nel 2018, hanno partecipato un settantina di climber, compresa la campionessa di arrampicata su ghiaccio Angelika Rainer.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie