Tempo libero
Consorzio Brianteo Villa Greppi

Si avvia il gran finale de L’ultima luna d’estate

Si chiude con un weekend ricco di eventi questa fortunata edizione del festival del teatro popolare di ricerca

Si avvia il gran finale de L’ultima luna d’estate
Tempo libero Casatese, 01 Settembre 2022 ore 14:16

Si chiude con un weekend ricco di eventi questa fortunata edizione de L’ultima luna d’estate, festival del teatro popolare di ricerca, ideata e organizzata da Teatro Invito, soggetto riconosciuto da Regione Lombardia e dal MIC in collaborazione con il Consorzio Brianteo Villa Greppi, il festival.

Il programma de L'ultima luna d'estate

Venerdì 2 settembre alle ore 18 Teatro Scientifico presenta a Villa Greppi di Monticello Brianza Stanze Pirandelliane, spettacolo itinerante a stazioni nel giardino all'italiana della Villa, su testi di Luigi Pirandello con la regia Ezio Maria Caserta, capace ogni volta di abitare i luoghi che lo ospitano. Un lavoro che parte dai testi “Personaggi”, “L’altro figlio”, “Sgombero” e “La verità” in cui sogni e memorie compaiono come fantasmi all’interno delle stanze in cui il personaggio pirandelliano si chiude. Alle ore 21 a Villa Borgia di Usmate Velate Teatro del Buratto presenta Janis, take another little piece of my heart, ideazione di Luca Cecchelli, testo, video e regia di Davide del Grosso anche in scena con Marta Mungo per raccontare di un viaggio alla scoperta di una delle più grandi figure del rock and roll, Janis Joplin. Sulla scena i due attori evocano, in un dialogo metateatrale, il mondo della grande Joplin attraverso articoli, pagine intime di diario, lettere e ovviamente musica.

Sabato 3 settembre alle ore 16.30 presso la Curt di Brasilatt a Sirone Quinta Parete presenta Augusto finestra, uno spettacolo divertente e poetico dove una singola attrice dà corpo e voce al protagonista e ai personaggi secondari delle fiabe, un riscatto dei comprimari. Si continua alle ore 18 a Villa de Capitani di Osnago con Kanterstrasse che presenta Ubu re Ubu chi?, a partire dal testo irriverente e grottesco di Alfred Jarry, scrittore, poeta e drammaturgo francese inventore della patafisica, la scienza per le soluzioni immaginarie. Una versione trasversale che tratta temi sempre attuali: il potere, la ricchezza e l'ingordigia che portano a consumare e a consumarsi sempre troppo velocemente. Il sabato si chiude alle ore 21 sotto le umbratili frasche di Cà Soldato a Montevecchia con Saga Salsa Noir di Silvia Baldini e Giovanni Guerrieri con Francesca Albanese, Silvia Baldini, Laura Valli (produzione Qui&Ora Residenza), un atto unico “da tavola”, incentrato su una veglia funebre, con un sapore che ricorda le commedie di Achille Campanile. Il pasto però non viene mai servito né consumato, in un’atmosfera comicamente noir, densa di suspense. A essere servito in tavola c’è solo un mistero e il pubblico dovrà venirne a capo.

Domenica 4 settembre si parte alle ore 16.30 alla Cascina Bagaggera con Storia di un albero e di un bambino con I Teatrini, spettacolo di Giovanna Facciolo, liberamente ispirato ad un racconto di Shel Silverstein con Jessica Festa, Antonio Torino e Alfredo Pumilia per continuare alle ore 18 al Monastero di Missaglia con Repubblica di Filippo Garlanda, un monologo per voce e fisarmonica, dove si canta e si racconta delle cose di tutti, cioè della res publica. Questa edizione de L’ultima luna d’estate si chiuderà alla Cascina Butto di Montevecchia con Lear e il suo matto, recentissima coproduzione di Teatro Invito/Compagnia Walter Broggini da William Shakespeare, di e con Luca Radaelli e il burattinaio Walter Broggini, in cui la scena elisabettiana è trasformata in una baracca di burattini: Re Lear è un attore in carne e ossa che dialoga con i suoi fantasmi scolpiti nel legno. Nella sua tragedia forse più cupa, Re Lear (scritta, tra l’altro, proprio a seguito di un’epidemia di peste che aveva chiuso i teatri londinesi per un anno), Shakespeare toglie allo spettatore ogni certezza, ogni punto fermo: il re dialoga con il suo matto e non si capisce chi dei due sia il matto. I figli apparentemente buoni sono cattivi e viceversa. Tutto è permeato di black humour.

Prenotazione richiesta per tutti eventi

E' possibile prenotare a tutti gli eventi telefonicamente e via mail. Non si accettano prenotazioni via sms o via whatsapp (Teatro Invito tel. 346.5781822 | segreteria@teatroinvito.it |. Le info saranno aggiornate sul sito teatroinvito.it

LEGGI ANCHE Covid, stabile il tasso di incidenza nella Bergamasca: la situazione nell'Isola e in Valle San Martino

Seguici sui nostri canali
Necrologie