Sport
vittoria a sorpresa

Comi, campione italiano di pattinaggio artistico

Il 17enne portacolori dell’Icelab, insieme alla partner Irina Napolitano (15 anni), si è laureato medaglia d'oro

Comi, campione italiano di pattinaggio artistico
Sport Meratese, 04 Gennaio 2023 ore 10:53

L’Intercable Arena di Brunico (Bolzano), sede dei campionati italiani di pattinaggio di figura di scena sul ghiaccio a fine dicembre, incorona il meratese Edoardo Comi. Il 17enne portacolori dell’Icelab, insieme alla partner Irina Napolitano (15 anni), si è laureato campione d’Italia junior di pattinaggio artistico.

Edoardo Comi medaglia d'oro nel pattinaggio artistico

Un traguardo clamoroso perché la coppia allenata da Cristina Mauri, prima dei campionati italiani aveva partecipato soltanto a un’altra gara insieme, precisamente a Pinerolo. Grazie ai 101.86 punti ottenuti dopo la presentazione delle due coreografie realizzate da Nicoletta Lunghi, Irina ed Edoardo hanno avuto la meglio su Giorgia Burin e Alberto Tommaso (Cus Torino) secondi con 92.09 punti.

«La vittoria è stata una sorpresa - racconta la mamma Valentina - Era appena la seconda gara che svolgevano insieme come coppia dato che la prima l’avevano disputata soltanto un mese prima a Pinerolo dove avevano anche lì vinto un po’ a sorpresa. Insieme sono proprio belli, hanno trovato in poco tempo il giusto feeling».

Una vittoria che ha il sapore di riscatto

Già, perché è da aprile dell’anno scorso che i due pattinatori si allenano, tutti i giorni al Forum di Assago. Per Edoardo Comi la vittoria ha un sapore di profondo riscatto: cresciuto sui pattini già all’età di due anni e mezzo, ha sempre praticato la disciplina da singolo eccellendo con diversi titoli nazionali messi in bacheca, salvo poi restare fermo a causa di un infortunio patito negli scorsi mesi. E’ stata la sua allenatrice Cristina Mauri a prospettargli una nuova carriera passando al pattinaggio di coppia. Nonostante qualche remora iniziale il meratese, che studia a Monza come parrucchiere, si è convinto del cambio anche grazie al prezioso supporto di due atleti davvero speciali: Nicole Della Monaca e Matteo Guarise, allievi della Mauri e portacolori dell’Italia ai Giochi olimpici di Soči 2014, Pyeongchang 2018 e Pechino 2022.

Per il momento la scelta non sembra aver tradito le aspettative, anzi. «Edoardo è sempre stato molto talentuoso sul ghiaccio – spiega la mamma – Si tratta di uno sport molto tecnico ma che richiede anche una certa empatia e credo che con Irina l’abbiano trovata. Il loro sogno è gareggiare alle Olimpiadi, è un sogno grande che richiede duro lavoro».

L'obiettivo ora è in Canada

Intanto però la coppia ha messo nel mirino due appuntamenti molto importanti. Il primo nel weekend del 21-22 gennaio ad Asiago per la terza prova del Campionato italiano fascia Elite e poi il 31 dello stesso mese la Bavarian Open 2023 di Oberstdorf in Germania. L’obiettivo è raggiungere un punteggio tecnico tale da staccare il pass per i mondiali junior di scena a Calgary in Canada il prossimo 27 febbraio.

Seguici sui nostri canali
Necrologie