Scuola

Riapertura delle scuole, “Compagni equiparati ai congiunti? E’ un escamotage”

L'idea è nata per superare il vincolo del metro di distanza sui mezzi pubblici, ma Fontana dice no

Riapertura delle scuole, “Compagni equiparati ai congiunti? E’ un escamotage”
Meratese, 27 Agosto 2020 ore 14:13

Riapertura delle scuole, “Compagni equiparati ai congiunti? E’ un escamotage”. Il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana torna criticare il Governo sul delicatissimo tema della ripartenza dei servizi di istruzione.

LEGGI ANCHE

Riapertura delle scuole: test sierologici e trasporti nodi critici

Riapertura delle scuole: cosa succederà in caso di un positivo al Coronavirus? Ecco le procedure

Riapertura delle scuole, “Compagni equiparati ai congiunti? E’ un escamotage”

“Non sono d’accordo. Mi sembra una ‘presa in giro’. I problemi non vanno risolti con degli escamotage. Si deve avere il coraggio di dire come stanno le cose. Quindi in occasione della ripresa della scuola se il Cts ritiene che si possa aumentare la percentuale dei passeggeri sui mezzi pubblici va bene, se non lo ritiene occorre individuare delle soluzioni concrete, come ad esempio l’organizzazione delle lezioni a orari differenziati o l’alternanza della didattica in presenza o a distanza” ha dichiarato Fontana  a margine della conferenza stampa di presentazione del Gran premio di Formula 1 di Monza commentando la proposta paventata dal Governo di considerare i compagni di scuola come congiunti per superare il vincolo del metro di distanza sui mezzi pubblici.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia