Politica
I risultati

Elezioni comunali 2021: tutti i sindaci eletti tra conferme e novità

La due giorni amministrativa ha fatto segnare, a livello generale, un calo dell'affluenza con qualche rara eccezione. 

Elezioni comunali 2021: tutti i sindaci eletti tra conferme e novità
Politica Meratese, 04 Ottobre 2021 ore 22:22

Elezioni comunali 2021: ecco  tutti i sindaci eletti al termine della due giorni amministrativa che ha fatto segnare, a livello generale, un calo dell'affluenza con qualche rara eccezione.

Brianza Meratese, Casatese e l'Isola Bergamasca

11 i Comuni chiamati al voto tra Meratese, Casatese e Isola Bergamasca. La sorpresa più grande è arrivata a Sirtori con la vittoria di Matteo Rosa, candidato del Centrodestra che ha battuto il collaudato duo Negri-Maggioni. Una vittoria per 37 voti di scarto che ha il gusto del ribaltone amministrativo.  Un risultato inatteso: "Non ce lo aspettavamo" ha dichiarato Negri senza nemmeno provare a nascondere delusione e amarezza.

Al centrodestra passa anche  Montevecchia dove, in una sfida a tre,  a primeggiare è stato Ivan Pendeggia. Si tratta di una vittoria davvero storica "sul Colle" visto che il paese è stato sin dalla fine degli anni Sessanta amministrato dal Centrosinistra.

Centrosinistra sconfitto pure a Cernusco Lombardone dove Gennaro Toto, con 925 voti ha avuto la meglio su Gabriele Gavazzi, che si è fermato a 694 preferenze. "Dopo 5 anni all'opposizione finalmente abbiamo vinto, segno che il lavoro fatto è stato apprezzato" ha commentato a caldo il neo eletto.

Riconfermato il sindaco di Brivio, Federico Airoldi che grazie a una vittoria netta si è tenuto ben stretto al petto la fascia tricolore  che avrebbe voluto indossare il suo avversario Massimiliano Colla. In paese non è passato inosservato il record di preferenze ottenute da   Elisa Rossi, ingegnere alla sua prima esperienza amministrativa che ha conquistato la fiducia di ben 216 briviesi contribuendo alla vittoria di Airoldi.

La lista delle riconferme prosegue con i due sindaci di Santa Maria Hoè, Efrem Brambilla, e Viganò, Fabio Bertini. Entrambi, unici candidati nei loro Comuni, hanno combattuto con un avversario insidioso, l'astensionismo, e lo hanno sconfitto. Bis anche per  Giovanni Battista Bernocco che a Olgiate Molgora si è imposto con una vittoria schiacciante su  Stefano Golfari.

A Nibionno la sfida tra le due Laura è stata vinta dalla Di Terlizzi che raccoglie il testimone di Claudio Usuelli. Nulla da fare  per la sua avversaria, Laura Puttini, assessore uscente. A Barzanó il nuovo sindaco è Gualtiero Chiricò, capogruppo della lista "Impegno Civico Barzanó" espressione della maggioranza uscente. L'erede di Giancarlo Aldeghi ha avuto la meglio su Edoardo Colzani.

Al di là dell'Adda, nell'isola Bergamasca Simone Biffi è il nuovo sindaco di Solza  mentre a Medolago Alessandro Medolago Albani  è riuscito a superare il quorum (la sua era la sua unica lista in campo) e ad essere eletto sindaco. 

Elezioni comunali 2021:  Lago, Valsassina e  hinterland lecchese

La tornata di consultazione del 3-4 ottobre si è conclusa nel segno della continuità amministrativa per i dodici municipi del Lecchese chiamati alle urne. Nove quelli che hanno visto riconfermati i sindaci uscenti. Tre le new entry nel "club" dei primi cittadini: Fabio Festorazzi, che a Perledo ha vinto al fotofinish per soli 4 votiDario Pesenti proclamato sindaco del più piccolo Comune d'Italia, Morterone, con lo scarto di 3 voti (ma i votanti sono stati solo 22); infine Luisa Airoldi che ha battuto Pier Giuseppe Castelnuovo per 55 voti. Le prime conferme si sono avute nei municipi che vedevano in campo liste "bulgare" (senza contendenti in campo).

A Garlate Giuseppe Conti e a Pescate Dante De Capitani, entrambi in corsa per il terzo mandato, avevano un unico avversario da battere: il quorum.  Ce l'hanno fatta entrambi, seppure l'affluenza alle urne nei due paesi è stata nettamente inferiore a quella che si era registrata cinque anni fa: a Pescate è rimasta sotto il 54% mentre nel 2016 aveva superato il 70%; a Garlate si è fermata al 54,80% contro il 63,68%. Triplete anche a Cremeno, dove Pier Luigi Invernizzi continuerà a esser sindaco fino al 2026 in virtù del  risultato plebiscitario ottenuto (il 76,76% delle preferenze).

Uno stuolo i mandati bis affidati dagli elettori ai primi cittadini uscenti. Monica Gilardi ha  sbaragliato i due contendenti alla fascia di primo cittadino di Colico con il 63,69% delle preferenze. A Olginate Marco Passoni ha nuovamente battuto Riccardo De Capitani (suo avversario anche nel 2016) conquistando il 55,83%.  A Crandola Valsassina Matteo Manzoni ha rivinto a mani basse con il 73,26%. Grande soddisfazione a Varenna, dove Mauro Manzoni ha guadagnato a sé  il 61,81% dell'elettorato. Plebiscitario il risultato di Antonio Rusconi a Bellano: con il 67,70% proseguirà per altri cinque anni nell'impegno di governo del suo paese in riva al lago.

Aveva in sé certamente più incognite e veleni la disfida a tre in quel di Galbiate, comune commissariato da un anno.  Piergiovanni Montanelli, caduto lo scorso dicembre a causa di dissidi e dissapori della sua maggioranza,  ha avuto ragione a ricandidarsi: ha vinto con il 39,60% staccando di oltre quattro punti Attilio Tentori, l'altro candidato del Centrosinistra (arrivato secondo con il 35,06%).

 

 

Necrologie