Cgil-Cisl-Uil

L'urlo dei sindacati: “Fermiamoci per la vita”

"Bisogna bloccare tutte le attività economiche e la mobilità".

L'urlo dei sindacati: “Fermiamoci per la vita”
Economia Meratese, 20 Marzo 2020 ore 15:07

“Fermiamoci per la vita”, questo l’appello di Cgil, Cisl e Uil. A giudizio dei responsabili regionali dei sindacati confederali “bisogna bloccare tutte le attività economiche e la mobilità”.

LEGGI ANCHE Coronavirus: 530 positivi nel Lecchese, contagi di nuovo in aumento LA MAPPA AGGIORNATA CON I NUOVI CASI

“Fermiamoci per la vita”

Dopo l’intervento del vicepresidente della Croce Rossa cinese, sorpreso per le tante persone ancora al lavoro o per le strade o sui mezzi pubblici di Milano hanno preso la parola i segretari regionali di Cgil, Cisl e Uil,  Elena LattuadaUgo Duci e Danilo Margaritella.

“Speriamo – hanno scritto nero su bianco – che le parole pronunciate oggi a Milano dal vicepresidente della Croce Rossa cinese – ‘Bisogna fermare le attività economiche e fermare la mobilità: tutti devono poter proteggere la propria vita’  e ‘non abbiamo altra scelta di fronte alla vita‘ siano ascoltate dal Governo italiano e dalla nostra Regione più di quanto non sono state ascoltate le richieste e i crescenti appelli di Cgil Cisl e Uil, da quindici giorni a questa parte.

“Bisogna sospendere tutte le attività non indispensabili”

“Sospendere tutte le attività non essenziali e indispensabili alla sopravvivenza, ridurre gli orari di apertura dei grandi centri commerciali e chiuderli la domenica, chiudere le poste e le banche e limitarsi a garantire i servizi on-line, rinviare tutte le scadenze. Questo serve per non dare più a nessuno un motivo o una scusa per uscire di casa che non siano la cura, l’approvvigionamento alimentare e il lavoro nei servizi e nelle produzioni che non si possono sospendere. Non è ancora troppo tardi. Facciamolo subito. Fermiamoci per la vita“.

TORNA ALLA HOME PAGE 

Necrologie