I contagi

Coronavirus: 530 positivi nel Lecchese, contagi di nuovo in aumento LA MAPPA AGGIORNATA CON I NUOVI CASI

64 casi in più rispetto a ieri. Un crescita decisa, a fronte di una minima frenata di ieri quando i contagi in più, rispetto al giorno precedente, erano stati "solo" 26. 

Coronavirus: 530 positivi nel Lecchese, contagi di nuovo in aumento LA MAPPA AGGIORNATA CON I NUOVI CASI
Meratese, 19 Marzo 2020 ore 21:34

Oggi, giovedì 19 marzo 2020,  in una giornata funestata da tanti, troppi lutti nel Lecchese, è arrivato anche il dato ufficiale dei contagi che è stato reso noto da Regione Lombardia. Un dato che, purtroppo non fa ben sperare: sono infatti 530 i positivi al Coronavirus nel Lecchese, 64 in più rispetto a ieri.

Coronavirus: contagi di nuovo in aumento

Un crescita decisa, a fronte di una minima frenata di ieri quando i casi in più, rispetto al giorno precedente, erano stati “solo” 26.  In Lombardia casi ad oggi. 19.884. Il totale delle vittime è arrivato a 2168. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 1006.

LEGGI ANCHE Coronavirus: almeno 26 morti nel Lecchese. In lutto Calco, Airuno, Santa Maria Hoè, Missaglia, Garbagnate e Perledo. Due morti anche a Mandello

“Troppa gente è in giro – ha detto l’assessore regionale  Giulio Gallera – Le misure stanno creando fatica alle persone, però sono necessarie. Ma dobbiamo stringere i denti ancora di più. O dati sono altalenanti. Un giorno  ci fanno sperare e il giorno dopo ci gettano nello sconforto. La battaglia si combatte sui territori, evitando i contatti, stando a casa. Altrimenti questo circolo vizioso non riusciremo a fermarlo”. Una esortazione che già oggi era stata lanciata dal presidente Attilio Fontana che non ha escluso la possibilità di chiedere al Governo misure più restrittive.

LEGGI ANCHE Positivo al Coronavirus: l’alpino Walter Perego è andato avanti

Coronavirus: 530 positivi nel Lecchese

– Ecco i dati dei contagi odierni e quelli dei giorni
precedenti

– i casi positivi sono 19.884 (+2.171)

17.713/16.220/14.649/13.2729/11.685/9.820/8.725/7.280/5.791/5.469/4.189/3.420/2.612

– i deceduti 2.168 (209)
1.959/1.640/1.420/1.218//966/ 890/744/617/468/333/267/154

– i dimessi e in isolamento domiciliare: 9.332, di cui 3.778 con
almeno un passaggio in ospedale (anche solo pronto soccorso)) e
5.554 persone per le quali non si rileva nessun passaggio in
ospedale
4.057/4.265/3.867/3.427/2.650/2.044/1.351/1.248/756/722

– in terapia intensiva 1.006 (+82)
924/879/823/767/732/650/605/560/466/440/399/359

– i ricoverati non in terapia intensiva: 7.387 (+102)
7.285 (+332)
6.953/6.171/5.550/4.898/4.435/4.247/3.852/3319/2.802/2.217/1.661

– i tamponi effettuati: 52.244
48.983
46.449/43.565/40.369/37.138/32.700/29.534/25.629/21.479/20.135/18.534/15.778

I casi per provincia con l’aggiornamento rispetto agli ultimi giorni

BG: 4.645 (+340)

4.305/3.993/3.760/3.416/2.864/2.368/2.136/1.815/1.472/1.245/997/761/623/537

BS: 4.247 (+463)

3.784/3.300/2.918/2.473/2.122/1.784/1.598/1.351/790/739/501/413/182/155

CO: 338 (+52)

286/256/220/184/154/118/98/77/46/40/27/23/11/11

CR: 2.286 (+119)

2.167/2.073/1.881/1.792/1.565/1.344/1.302/1.061/957/916/665/562/452/406

LC: 530 (+64)

466/440386/344/287/237/199/113/89/66/53/35/11/8

LO: 1.528 (+83)

1.445/1.418/1.362/1320/1.276/1.133/1.123/1.035/963/928/853/811/739/658

MB: 495 (+94)

401/376/346/339/224/143/130/85/65/64/59/61/20/19

MI: 3.278 (+634) di cui 1378 a Milano citta’ (+287)

2.644/2.326/1.983/1.750/1.551/1.307/1.146/925/592/506/406/361

MN: 636 (+122)
514/ 465/382/327/261/187/169/137/119/102/56/46/32/26

PV: 1.011 (+33)
978/ 884/801/722/622/482/468/403/324/296/243/221/180/151

SO: 155 (+80)
75/74/46/45/45/23/23/13/7/7/6/6/4/4

VA: 310 (+45)
265/232/202/184/158/125/98/75/50/44/32/27/23/17

e 425 in corso di verifica

 

La mappa aggiornata con i nuovi casi

Si estende anche il numeri dei Comuni dove stati segnalati casi di positività al Covid19. Oggi ad esempio sono stati ufficializzati i primi due contagi a Erve

Il personale

“Il vero tema, oggi, e’ quello del personale. Piu’ volte abbiamo parlato della possibilita’ di collocare fuori dalle citta’ strutture che possano aiutare la ricettivita’ delle persone che hanno bisogno di essere curate, ma per poter offrire cure adeguate abbiamo bisogno di personale – ha aggiunto l’assessore Gallera – Stiamo esplorando tutte le strade  e le attiviamo concretamente solo quando siamo in grado di portarle a termine, non lanciamo proposte per poi smentirle nei giorni successivi. Questa serieta’ ci ha portato ieri a chiedere di differire l’attivazione del Punto Medico Avanzato (PMA) a Bergamo perche’ non avevamo la certezza di reperire il personale”.

In arrivo medici da Cuba

L’assessore ha quindi annunciato che sono in arrivo “53 medici e infermieri cubani molto qualificati, che hanno combattuto l’Ebola. Saranno a Crema per alleggerire il lavoro”. Domani, inoltre, sara’ inaugurato a Cremona l’ospedale da campo donato da Samaritan’s Purse. Il vice presidente della Croce Rossa cinese, poi, arrivato ieri a Milano, ha confermato che la Cina vuole sostenere la battaglia della Lombardia con un contingente di medici e infermieri la cui attivita’ sara’ coordinata di Areu”.  Gallera ha anche fatto sapere di aver incontrato, insieme al sottosegretario alla presidenza della Regione Lombardia, Alan Rizzi, i 68 consoli presenti a Milano “ai quali ho chiesto di farsi portatori di un messaggio nei loro Paesi. Oggi la Lombardia ha bisogno, ma domani potremo aiutare noi. Tutti mi hanno confermato che ne parleranno con i loro Governi”.

Ad oggi in Lombardia sono operativi 1250 i posti nelle terapie intensive (si partiva da 724) e quotidianamente arrivano 25 respiratori grazie alla collaborazione del Dipartimento nazionale della Protezione civile.

#Coronavirus, ultime notizie da Palazzo Lombardia

#Coronavirus+++ I DATI AGGIORNATI DI GIOVEDI' 19 MARZO +++ https://www.lombardianotizie.online/coronavirus-casi-lombardia/

Pubblicato da Lombardia Notizie Online su Giovedì 19 marzo 2020

TORNA ALLA HOME PAGE 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia