Eccellenze lecchesi

Il Self storage sbarca in nel Lecchese e in Brianza

Francesco Sacchi, 27 anni, di Barzanò, dopo la laurea negli Usa, lancia la start up “PiùSpazio Sel Storage” a Robbiate

Il Self storage sbarca in nel Lecchese e in Brianza
Meratese, 18 Novembre 2020 ore 13:29

Negli Usa il Self Storagenato negli Anni Sessanta, oggi è un’industria di successo da circa 40 miliardi all’anno ed è un servizio molto apprezzato e utilizzato da circa il 10% della popolazione americana. Un successo che si misura anche dalla presenza sul territorio superiore persino a quella dei ristoranti McDonalds, Starbucks e BurgerKings messi insieme. I depositi per la custodia a pagamento di oggetti personali o suppellettili domestiche – all’inizio del terzo millennio – si sono affermati anche in Europa, soprattutto nel Regno Unito e successivamente in Francia, Spagna e nei paesi del nord Europa.

Il Self storage sbarca in nel Lecchese e in Brianza

In Italia invece siamo ancora nell’infanzia di questa industria, nonostante già da alcuni anni siano presenti concorrenti del calibro di Casaforte, Hotel delle Cose e EasyBox, che insieme dispongono di una trentina di sedi dislocate prevalentemente nelle grandi metropoli.

E da pochi mesi sono approdati anche in Brianza grazie alla start up “PiùSpazio Self storage lanciata da Francesco Sacchi, 27 anni, di Barzanò, un giovane imprenditore che, dopo il diploma al liceo di Lecco, si è trasferito negli States dove si è laureato in Economia e commercio. «Una volta conseguita la laurea sono tornato in Brianza dove mi sono occupato di controllo di gestione in un’importante azienda, ma avevo sempre nella testa questa esperienza fatta negli Usa dove ho cambiato casa e città diverse volte usufruendo spesso dei depositi di custodia a pagamento per lasciare i miei beni – ci ha confidato il giovane imprenditore – Ho fatto un’indagine di mercato e ho scoperto che in Italia, stando ai numeri, ci sono potenzialmente spazi enormi per avviare questa attività. E così a fine agosto ho aperto il primo “PiùSpazio Self Storage” in un capannone di 2.000 mq a Robbiate, lungo la strada provinciale che porta a Bernareggio».

Ma come sta andando il Self storage” di Robbiate, in via Milano 41, a fianco della Sacchi Elettroforniture?

«I primi due mesi di attività sono stati molto incoraggianti, soprattutto considerando il periodo che stiamo attraversando e che è un servizio praticamente sconosciuto. Questo risultato conferma che il mercato c’è, che l’idea è valida e che è possibile crescere … Tutti hanno bisogno di più spazio, ma pochi sanno che questa soluzione esiste e questa è la sfida principale. I trend però sono positivi. Soprattutto in questo periodo nel quale la casa sta assumendo un ruolo centrale nella vita delle persone dove non è più solo un dormitorio ma è un luogo dove vivere e dove lavorare, il Self Storage diventa la soluzione ideale alle esigenze di spazio. Al contrario di molte startup del momento, la mia è una scommessa a lungo termine e l’esperienza di Robbiate servirà per sviluppare l’azienda».

Francesco Sacchi infatti sta già mettendo a punto un piano di espansione

«Robbiate è il primo centro e rientra nella strategia di sviluppo. Non sono propenso ad aprire nelle grandi città, preferisco dedicarmi ai centri periferici dove molta gente che lavora in città vive. Il secondo “PiùSpazio” infatti lo apriremo tra Carate Brianza e Seregno, lungo la Valassina, dove abbiamo un capannone di circa 3.000 mq che avrà un layout più appariscente rispetto a Robbiate anche perché ubicato ai lati di una strada molto trafficata. E’ un modo di convertire e dare nuova vita ad immobili dismessi che da anni sono fermi e che fanno fatica a trovare una nuova destinazione d’uso e allo stesso tempo rispondere alle problematiche di spazio delle persone».

Entrare in un mercato non saturo ma dominato da grandi competitor come Casaforte, Hotel delle Cose e EasyBox non spaventa il giovane imprenditore brianzolo.

«In Italia ci sono circa 70 strutture simili, in Francia e Spagna sono oltre 500: c’è spazio per tutti. Anzi, più depositi verranno aperti e più il mercato crescerà. La vera sfida nel mercato italiano è quella di promuovere e rendere questo servizio conosciuto, ed è impossibile fare questo da soli.

“PiùSpazio” poi vuole differenziarsi dagli altri concorrenti puntando su qualità di servizio al cliente e senso di appartenenza al brand. Il nostro è un servizio che si sposa benissimo sia con esigenze di breve periodo (per esempio durante traslochi o lavori di ristrutturazione) ma anche di lungo termine. Vogliamo essere visti come quella stanza in più della tua casa. Invece di comprare un box si può affittare uno spazio da noi, sapendo di lasciare i propri beni in un posto sicuro, pulito e facilmente accessibile.

Chi ha bisogno di depositare uno o più oggetti personali vuole essere tranquillo e sentirsi sicuro: noi garantiamo presenza di persona, ma anche un sofisticato impianto di videosorveglianza che controlla il 100% del capannone interno ed esterno; luminosità, pulizia e accessi digitalizzati per un utilizzo della struttura 24 ore su 24. Il cliente da noi trova una struttura accogliente, curata, organizzata e attraverso un codice personale può accedere alla struttura quando vuole e in totale sicurezza perché noi sappiamo sempre chi entra e chi esce».

Piano di espansione rapido ma senza mai perdere l’attenzione alle esigenze dei clienti

Da “PiùSpazio Self storage” si può affittare uno spazio variabile da 1 a 60 mq con un costo da 20 a 450 euro al mese, ma il canone può variare in base anche alla durata del contratto, al periodo e alle promozioni. «Il primo obiettivo è quello di riempire tutti gli spazi di Robbiate entro due anni e di aprire il centro di Carate entro fine anno. Poi continueremo con un piano di espansione rapido ma senza mai perdere l’attenzione alle esigenze dei clienti. E nel frattempo crescerà anche l’organico dell’azienda. Oggi sotto il lato operativo faccio praticamente tutto da solo. Sto cercando di capire di quali altre figure l’azienda ha bisogno per crescere secondo i miei piani e dovendomi dedicare allo sviluppo dell’attività già entro fine anno assumerò una persona che si occuperà della stesura dei contratti e della vendita. E’ molto importante trovare persone che sappiano relazionarsi bene perché, in fondo, tutto il mio business è basato sulla fiducia delle persone a lasciare i loro beni nei miei depositi».

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia