Nuovo premio

Il birrificio Hammer ancora a segno agli “Europei della birra” in Germania

Medaglia di bronzo all'European beer star di Norimberga con la scura "Bulk".

Il birrificio Hammer ancora a segno agli “Europei della birra” in Germania
Isola, 14 Novembre 2020 ore 14:22

Se il premio Birra dell’anno targato Unionbirrai (l’associazione di categoria dei birrifici artigianali) è un po’ come il campionato italiano, l’European Beer Star equivale praticamente agli Europei di calcio. E se a Rimini Hammer si contende puntualmente lo “scudetto” tricolore  ai primissimi posti, anche nella più blasonata competizione continentale il birrificio di Villa d’Adda sono ormai quattro anni di seguito che colleziona medaglie.

Hammer all’European beer star 2020

Quest’anno la premiazione del concorso è naturalmente avvenuta in streaming via Internet da Norimberga a causa del Covid, ma l’emozione (e la soddisfazione) è stata comunque tanta per i titolari, i fratelli Fausto e Roberto Brigati, per il birraio Matteo Palmisano e per tutta la crew.

Premiazione in streaming, quest’anno

Stavolta a conquistare un bronzo è stata la porter Bulk, una birra scura che due anni fa aveva già conquistato la medaglia d’argento nella sua categoria. Insomma grande costanza per quella che, fra le etichette, è la più blasonata del birrificio insieme alla Wave runner (birra di punta e riferimento nazionale per le IPA) che in Germania ha collezionato un’oro nel 2017 e un bronzo sia nel 2018 che nel 2019 (lo scorso anno era stata premiata anche la gose Hirsch).

L’EDIZIONE 2019: Hammer ancora sul podio in Germania alla vigilia della Dark Fest 2019

28 le birre italiane arrivate sul podio

Malgrado la pandemia, ben 2036 le birre in gara da tutto il mondo, anche se stavolta ai giudici internazionali si sono sostituiti solo più prossimi giudici continentali (che in ottobre hanno valutato le bottiglie partecipanti alla prestigiosa Doemens Academy di Monaco di baviera). Alla fine sono state 28 le birre italiane arrivate sul podio delle ben 70 categorie.

Ma Hammer non è l’unico birrificio lombardo premiato. A distinguersi sono stati anche il bergamasco Otus di Seriate (bronzo nelle pils), il valtellinese Birrificio Pintalpina di Chiuro (argento nelle imperial IPA), il meneghino Lambrate (argento nelle imperial stout), il comasco Doppio Malto di Erba (argento nelle birre al miele) e ben due pavesi: Nix Beer (argento nelle ultra strong beer) e Muttnik (argento nelle hefeweizen).

Nei territori coperti dal nostro gruppo editoriale ricordiamo anche Birra Mastino di San Martino Buon Albergo, in provincia di Verona (oro nelle german style Kellerpils), mentre dal Piemonte premiati: il novarese Birrificio Diciottozerouno di Oleggio Castello (due medaglie, un oro nelle dubbel, e un bronzo nelle saison), sempre dal Novarese il birrificio Croce di Malto di Trecate (bronzo nelle bitter), infine due bronzi anche per il biellese Birra Elvo (nelle altbier e nelle dunkel).

QUI IL MEDAGLIERE COMPLETO

Nuova affermazione agli “Europei della birra”

La crew di Hammer

Certo, un’annata del tutto anomala su tutti i fronti anche per il mondo della birra, naturalmente sul fronte dei  consumi (date le restrizioni applicate ai locali pubblici e più in generale alla socialità), ma anche per quanto riguarda tutti gli appuntamenti più attesi dagli appassionati. Nel 2021 probabilmente non andrà molto meglio, l’unica certezza è che la XVI edizione del concorso Birra dell’Anno non si terrà più a Rimini, ma al Cibus di Parma – Salone Internazionale dell’Alimentazione – in calendario dal 4 al 7 maggio 2021.

Insomma, in attesa di gareggiare di nuovo per lo “scudetto”, Hammer si gode intanto l’affermazione europea. E a lockdown finito, non mancherà un altro colpo di scena: il lancio di due nuove birre, due etichette inedite con cui l’head brewer Matteo Palmisano intende colmare con altri due tasselli il variegato mosaico degli stili birrari. Massimo riserbo per il momento, ma la novità arriva sull’onda del successo collezionato dall’ultima nata, la Doble (ispirata allo stile tedesco doppelbock), e della recentissima fortunata riedizione della kolsch Westfalia, riveduta e corretta.

“Non abbiamo alcuna intenzione di arrenderci – suonano la carica i fratelli Brigati – malgrado il momento difficile, per tutti. In questo periodo lavoriamo soprattutto con l’ecommerce, per quanto possibile con le consegne a domicilio per i clienti della nostra zona. Ormai dopo cinque anni la nostra realtà poggia su basi talmente solide da consentirci di guardare con serenità (e un pizzico di febbrile attesa) al momento in cui tutta questa situazione finalmente finirà”.

 

LEGGI ANCHE: Premio Birra dell’anno 2020 a Rimini: Lariano e Hammer hanno fatto incetta di medaglie

LEGGI ANCHE: Guida Slowfood alle birre d’Italia 2021: presente anche un birrificio di Villa D’Adda

LEGGI ANCHE: Nasce sull’Adda la birra che salva il pianeta

LEGGI ANCHE: Birrificio dell’anno 2019: il secondo posto è di Hammer | La classifica

LEGGI ANCHE: Birra dell’anno 2018 conferma Hammer in vetta | La classifica

LEGGI ANCHE: Bronzo e oro europeo per le birre della Diciottozerouno di Oleggio Castello

LEGGI ANCHE: Due birrifici pavesi medaglia d’argento agli “Europei della Birra” in Germania

LEGGI ANCHE: I birrifici Otus di Seriate e Hammer di Villa d’Adda sul podio dell’European Beer Star

LEGGI ANCHE: European Beer Star, Doppio Malto conquista una medaglia d’argento con la sua birra al miele

LEGGI ANCHE: European Beer Star Awards 2020, oro per i veronesi di Birra Mastino

LEGGI ANCHE: Argento europeo per la birra Pinta Alpina

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia