Economia

Fasb, da officina a industria 4.0

Il cambiamento aziendale passa dall’innovazione dei processi produttivi e dalla formazione del personale

Fasb, da officina a industria 4.0
Economia 18 Ottobre 2021 ore 11:11

Da piccola officina a industria sempre in evoluzione.

Una storia lunga quarant'anni quella della Fasb Linea 2 di Cremella che è pronta a fare tesoro del passato e a scrivere un nuovo capitolo della propria storia improntato sulla digitalizzazione.

"La Fasb Linea 2 nasce nel 1981 su iniziativa di Luigi Fumagalli, fondatore e attuale presidente della società – racconta  Alberto Fumagall i che, insieme a famiglia, management e tutto il personale porta avanti l'impresa che quest'anno compie 40 anni – Negli anni l'azienda si è evoluta ed è cresciuta tanto da acquistare e riqualificare tutto il complesso industriale attorno al primo capannone. Abbiamo inaugurato inoltre una nuova struttura diventata operativa nell'autunno del 2020, con una riorganizzazione dei reparti produttivi interni".

L’azienda che è specializzata principalmente nella lavorazione del tubo, negli ultimi dodici mesi ha avuto importanti novità nel management. Da impresa familiare la Fasb Linea 2 si sta trasformando in azienda strutturata e pronta ad affrontare le sfide del mercato globale.

"Non è l'unica novità – svela Fumagalli – In questi mesi ci siamo affidati ad un partner tecnologico, il Consorzio per il trasferimento Tecnologico C2T di Carate Brianza, che sta gestendo insieme a noi il progetto “Fabbrica Digitale” che consiste appunto nella digitalizzazione a 360 gradi della nostra impresa. E' un passaggio necessario che dobbiamo affrontare, e le attività sono già iniziate in queste settimane".

Una digitalizzazione, quella messa in atto dall'impresa di Cremella, che partirà prima di tutto dalle competenze tecnologiche e dalla formazione del personale con l'obiettivo di innovare i processi produttivi e quindi migliorare i servizi e prodotti per i clienti.

"Entro fine anno faremo importanti investimenti per acquistare nuovi macchinari e tecnologie digitali; non è una novità, lo facciamo da sempre per dare ai nostri clienti un servizio all’altezza – spiega Fumagalli – Ciò da cui non possiamo prescindere è la formazione dei nostri collaboratori. In azienda lavorano più di trenta persone tra uffici e reparti produttivi, alcuni storici e con un'età media in azienda al di sotto dei 50 anni. Le attività di questo progetto serviranno anche per strutturare dei percorsi formativi".

4 foto Sfoglia la gallery

Il progetto "Fabbrica Digitale" porterà quindi grandi novità

"Insieme al nostro partner si sta mettendo a punto una fotografia dell'azienda per capire quali competenze digitali abbiamo e quali vanno implementate – aggiunge Fumagalli – Se non si intraprende un percorso di questo tipo, si rischia di non essere più competitivi sul mercato. Il nostro obiettivo invece è mantenere una crescita costante e rendere migliore il servizio offerto ai nostri clienti con un ambiente di lavoro migliore e salubre per tutti i collaboratori".

Ci sono anche altri progetti in essere tra cui l’efficientamento energetico, con l’attività di diagnosi energetica in fase  conclusiva e una valutazione per il futuro utilizzo di fonti energetiche rinnovabili. In calendario nei prossimi mesi anche il raggiungimento degli obiettivi aziendali necessari per ottenere le certificazioni ISO.

Fasb Linea 2 negli ultimi anni ha diversificato il proprio modello di business per aprirsi nuove opportunità. La strategia ha visto anche la creazione del brand Transenne.net, che opera nel mondo degli eventi con la vendita e il noleggio di strumenti e tecnologie per la gestione degli stessi. L’azienda ha inoltre importanti partecipazioni in ambito garden e dell'arredamento per la collettività.

"Più del 40% del nostro fatturato viene dai clienti esteri, lavoriamo in particolare con Austria, Germania e Slovacchia – aggiunge Fumagalli – Dobbiamo riconoscere di essere stati molto fortunati dato che il Covid ci ha solo sfiorato, anzi nel 2021 prospettiamo una crescita dell'azienda a più livelli, grazie alla dedizione di tutte le persone che collaborano con noi".

Necrologie