Cultura
Merate

Riprende la stagione teatrale di Ronzinante

Per il 2023 la compagnia è già pronta a proporre un ricco calendario di spettacoli.

Riprende la stagione teatrale di Ronzinante
Cultura Meratese, 07 Gennaio 2023 ore 09:49

Riprende la stagione teatrale di Ronzinante, che per il 2023 è già pronta a proporre un ricco calendario di spettacoli.

Riprende la stagione teatrale di Ronzinante

Conclusosi lo scorso 3 dicembre con un ottimo successo di pubblico e critica la sesta edizione del Festival Nazionale di Teatro “Città di Merate”, Ronzinante torna ai blocchi di partenza con la
prospettiva dei primi mesi del 2023 veramente intensi. Gli attori meratesi saranno impegnati nel mese di gennaio con lo spettacolo “Wannsee” in diverse date, in occasione degli eventi legati alla Giornata della Memoria: sabato 21 gennaio, dopo le repliche mattutine per istituti scolastici della zona, l’opera “Wannsee” sarà rappresentata al Teatro di Brivio alle 21; venerdì 27 gennaio
Ronzinante si esibirà nella Sala Consiliare del Comune di Lurago d’Erba alle 21; sabato 28 gennaio lo spettacolo sarà rappresentato presso l’atrio della Scuola Primaria di Barzanò alle 21;
venerdì 3 febbraio alle 21 sarà la volta del CineTeatro Edelweiss di Besana Brianza (MB). E per finire, sabato 4 febbraio gli attori meratesi saranno a Pompiano (Brescia) sempre alle 21.

In scena "Wannsee"

Lo spettacolo, scritto da Ivano Gobbato, ricostruisce fedelmente un episodio cruciale per l’Umanità avvenuto durante la Seconda Guerra Mondiale: Berlino, martedì 20 gennaio 1942, mezzogiorno. Il salone principale di una grande villa si affaccia sul Wannsee, uno dei luoghi più pittoreschi della città. Sta per avere inizio una riunione cui parteciperanno ufficiali SS di grado medio-alto e funzionari di alto livello di alcuni Ministeri, della Cancelleria del Reich e della Cancelleria del Partito Nazional-Socialista. Nel corso dell’incontro, che non durerà neppure due ore, saranno illustrate “le misure organizzative, tecniche e materiali per una soluzione definitiva del problema ebraico in Europa”.
La forza e la drammaticità dell’opera si traduce in una perfetta apatia rispetto all’argomento trattato, il problema della questione Ebraica viene liquidato in meno di due ore con una soluzione che stravolgerà l’intera popolazione mondiale. Così, la banalità del male, come la definì Hannah Arendt, emerge in tutta la sua forza, un male estremo ma mai demoniaco che può invadere e devastare il mondo, perché cresce in superficie come un fungo. Una riunione, di per sé, molto operativa, nessun pensiero profondo, solo qualche scontro sulle modalità, ma nulla di più: banale, appunto.

A febbraio tocca a "Tre sull'Altalena" e alla parodia dei Promessi Sposi

Al termine di questa breve ma intensa tournée, Ronzinante si esibirà con “Tre sull’Altalena”, rappresentato nel 2022 nei più importanti festival nazionali di teatro non professionistico:
sabato 11 febbraio Ronzinante sarà a Treviso e il 18 febbraio a Valmadrera. Dopodiché, finalmente, anche la nuovissima produzione de “I Promessi Storti”, parodia de “I Promessi Sposi”, debutterà domenica 19 febbraio alle 17,30 presso l’Auditorium “Giusi Spezzaferri” a Merate.
“Finalmente, dopo le sfortunate dinamiche che non ci hanno consentito di andare in scena lo scorso dicembre” commentano gli attori meratesi “siamo riusciti a concordare una nuova data di debutto! Non vediamo l’ora di poter esibirci “in casa” davanti al pubblico che da anni ci segue, con questa parodia divertentissima che, siamo certi, stupirà ogni singolo spettatore…nel bene o nel male…”.
Lo spettacolo presenta un Manzoni inedito e disperato alla ricerca di una compagnia - di qualunque natura - per mettere in scena la sua opera. Pochi sarebbero in grado ad affrontare un lavoro così immenso e complesso, ma tra questi un losco gruppo di persone disposte a tutto, anche alla messa in scena dell’opera manzoniana.
I sedicenti attori iniziano la pièce nel peggiore dei modi, ovvero il loro. Solo un elemento rimarrà al proprio posto: la trama de I PROMESSI SPOSI. Il resto, nonostante gli sforzi di Alessandro, andrà tutto storto. “Sicuramente affrontare il GRI (Grande Romanzo Italiano) su cui tutti, nessuno escluso, son dovuti passare - ammettono gli attori - sarà impresa assai ardua…Cosa ne direbbe il buon vecchio Alessandro Manzoni? Ai posteri l’ardua sentenza”…
Ad esibirsi sul palco saranno Giuliana Atepi, Lorenzo Corengia (autore del testo), Giuliano Gariboldi, Giorgio Mariani, Antonio Takhim e Emiliano Zatelli.

 

Come riservare il proprio posto

Le prenotazioni per questo spettacolo potranno avvenire da lunedì 9 gennaio scrivendo a info@ronzinante.org o tramite whatsapp o SMS al 335.525453. Infine, per restare aggiornati su tutti gli appuntamenti, è possibile visitare il sito www.ronzinante.org e seguire sui social le pagine RonzinanteTeatro.

Seguici sui nostri canali
Necrologie