LIBRI GIALLI

Merate Crime, un evento firmato Dietrolalavagna

Nasce a Merate un evento unico nel suo genere: una doppia presentazione in giallo. Organizzata dall’Associazione Dietrolalavagna, Merate Crime vedrà protagonisti due scrittori del territorio, Michele Pelosi e Eugenia Di Guglielmo, autori di due gialli di successo attualmente presenti in libreria

Merate Crime, un evento firmato Dietrolalavagna
Meratese, 18 Ottobre 2020 ore 11:35

La presentazione, patrocinata dal Comune di Merate, avrà luogo giovedì 22 ottobre 2020, alle ore 21,00 presso l’Auditorium Comunale “Giusi Spezzaferri”, con ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria. I due scrittori si intervisteranno a vicenda, confrontandosi sui contenuti dei thriller, le tecniche di scritture e gli aneddoti collegati. Anche il pubblico potrà porre domande e partecipare attivamente rendendo più frizzante la serata. Un’occasione tanto attesa per chiacchierare del genere giallo, nato nel 1841 con Edgard Alan Poe ed evoluto in molti sottogeneri, dal noir al hard-boiled. Il tutto grazie all’impegno profuso dai volontari dell’associazione meratese Dietrolalavagna.

Michele Pelosi e Eugenia di Guglielmo

Michele Pelosi presenterà “Sassobrutto” – Bertoni Editore, giallo ambientato nell’Italia del boom anni ’60, che vede un commissario di Milano trasferirsi a Sassobrutto, remoto e inospitale paese siciliano, per indagare sulla scomparsa di un collega, tra superstizioni e antiche credenze popolari. Ambientato ai giorni nostri è, invece, “Come un ramo secco” – Ed. Scatole Parlanti, scritto da Eugenia Di Guglielmo. Si tratta di un thriller psicologico che si apre con la scena finale, l’ottavo giorno: un corpo in mare. Saranno coinvolti un gruppo di amici in navigazione sul Tirreno, dinanzi alle coste toscane

La prenotazione è obbligatoria al sito https://bit.ly/3036iVp ; per qualunque informazione si può contattare l’Associazione dietrolalavagna a info@dietrolalavagna.it

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia