Cultura

Leo Gassmann al Lecco Film Fest: "Pensare di cambiare cognome? No, non mi ha mai pesato"

Disponibile, pacato, con un sorriso magnetico e una gentilezza innata che tutti gli riconoscono: il giovane artista ha stregato il pubblico lecchese

Cultura Lecco e dintorni, 01 Agosto 2021 ore 20:35

Leo Gassmann al Lecco Film Fest: "Pensare di cambiare cognome? No, non mi ha mai pesato"

Disponibile, pacato, con un sorriso magnetico e una gentilezza innata che tutti gli riconoscono.  Leo Gassmann, nipote di Vittorio,  mostro sacro del cinema italiano e figlio di Alessandro, altro pilastro del piccolo e del grande schermo del nostro paese è stato ospite, nel tardo pomeriggio di domenica 1 agosto 2021, del penultimo appuntamento del Lecco Film Fest, la rassegna  promossa da Confindustria Lecco e Sondrio, organizzata da Fondazione Ente dello Spettacolo giunta alla sua seconda edizione. Una tre gironi intensissima, che ha visto alternarsi sul "palcoscenico" lecchese attori come Giacomo Poretti e l'idolo di casa Antonio Albanese, scrittrici come  Eliana Liotta o Maria Rita Parsi, e ha dato spazio a grandi momenti di riflessione come quello che ha visto protagonista il cardinale Angelo Scola o il ministro alle Pari Opportunità Elena Bonetti.

Leo Gassmann al Lecco Film Fest

Il giovane Gassmann, cantante e doppiatore (ha dato la propria voce al personaggio di Guy Crood nel film I Croods 2) intervistato da Marta Cagnola, giornalista di Radio24,  ha raccontato la sua passione per la musica, il suo percorso artistico, la gavetta e poi l'approdo a X Factor prima e a Sanremo poi.

"Ho vissuto  entrambe le esperienze come la possibilità di imparare qualcosa dal prossimo. Per me sono state una scuola di musica. Soprattutto X Factor è una full immersion nella musica con altri artisti, hai la possibilità di fare lezioni di canto e strumento, ti insegnano a stare sul palco con le telecamere".

Al talent in onda su Sky, nella 12esima edizione era arrivato semifinale con l'inedito Piume, classificandosi quinto. Nel dicembre 2019 ha superato le selezioni di Sanremo Giovani 2019, grazie alle quali nel febbraio 2020 ha partecipato al Festival di Sanremo nella categoria Nuove Proposte, vincendo il 7 febbraio con il brano Vai bene così.

"Sanremo  è stato più inaspettato perché il brano che ho presentato l'ho preparato sul letto a castello con un mio amico. Pensavo che quel  percorso si sarebbe fermato alle prime serate invece si è sviluppato in cose molto più belle".

Un vero e proprio trampolino di lancio per un giovane e talentuoso artista che davvero, arte e talento, li ha respirati per tutta la vita nella sua famiglia. Ma poi è riuscito a farsi strada con le sue forze  con impegno e abnegazione. E quel cognome, così importante, forse così  ingombrante, non è mai stato per lui una zavorra, ma forse uno sprone.

"Pensare di cambiare cognome? No, non mi ha mai pesato. Sono orgoglioso di mio nonno, di mio papà e dei miei zii. Faccio solo qualcosa di diverso da loro".

Strike

Questa notte la gravità
Ti schiaccia in un'altra realtà
E ti sembra impossibile
Sei in un libro di Jules Verne
Galleggi sul filo del tuo quotidiano
Dal tuo finestrino un paesaggio lontano
Fai strike, io mai
E queste strade strette
Mi fanno planare nella tua mente
E questi pensieri svelti
Mi fanno parlare dei tuoi occhi
Uh-uh, uh, uh
Uh-uh, uh, uh
Uh-uh, uh, uh, uhh-uh
Uh-uh, uh, uh
Uh-uh, uh, uh
Uh-uh, uh, uh, uhh-uh
Questo sole che ora fa
Cadere la luna nell'altra metà
Acchiappa i tuoi incubi, li rende liberi nella realtà
La bocca si chiude, non vuol più parlare
La mente si apre, vuol solo viaggiare lontano
Vai piano, eh
E queste strade strette
Mi fanno planare nella tua mente
E questi pensieri svelti
Mi fanno parlare dei tuoi occhi
Uh-uh, uh, uh
Uh-uh, uh, uh
Uh-uh, uh, uh, uhh-uh
Uh-uh, uh, uh
Uh-uh, uh, uh
Uh-uh, uh, uh, uhh-uhh
Uh-uh, uh, uh
Uh-uh, uh, uh
Uh-uh, uh, uh, uhh

Gran finale del Lecco Film Fest

Ultimo appuntamento del Lecco Film Fest alle 21: in programma l'incontro con le attrici protagoniste del film “A Chiara” Swamy Rotolo e Grecia Rotolo e il produttore Paolo Carpignano. Interviste a cura di  Angela Prudenzi, critica cinematografica. A seguire proiezione in anteprima nazionale di “A Chiara”, di Jonas Carpignano, vincitore al festival di Cannes 2021 dell’Europa Cinemas Cannes Label per il miglior film europeo

Necrologie