Coronavirus

Viganò: cosa cambia dal 4 maggio in Paese, il comunicato del sindaco

Cassetta dell'acqua e parchi pubblici restano chiusi. Si lavora per la riapertura del cimitero ed in via straordinaria del centro raccolta rifiuti

Viganò: cosa cambia dal 4 maggio in Paese, il comunicato del sindaco
Casatese, 01 Maggio 2020 ore 18:26

Resta stabile la situazione dei contagiati  dal Covid 19 a Viganò. L’aggiornamento nel nuovo comunicato del sindaco Fabio Bertarini che fa anche il punto della situazione rispetto a cosa cambierà dal 4 maggio in Paese.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, in Rsa a Casatenovo trenta ospiti positivi in attesa di un nuovo tampone

Il primo cittadino ha elencato in un comunicato rivolto alla popolazione alcune nuove regole che entreranno in vigore da lunedì 4 maggio, giorno in cui si entrerà ufficialmente nella fase due.

Cosa riapre

– il mercato del venerdì, ma con alcuni accorgimenti: zona transennata, entrata / uscita delimitata, entrata con limite di persone, prova della temperatura, rispetto incondizionato dell’orario di apertura.

– il Cimitero nei primi giorni della settimana, perché prima dell’apertura verranno eseguiti alcuni controlli.

Cosa resta chiuso

–  la Casetta dell’acqua: il “gruppo Argenta”, che la ha in gestione,  ha comunicato al Comune che l’impianto è stato sanificato e che L’ATS, prima dell’apertura, deve eseguire un campionamento in autocontrollo, appuntamento fissato il 12 maggio.

– I parchi “Il Gelso” e “Onnisera” resteranno chiusi in quanto, sebbene sia consentita l’apertura di parchi e giardini pubblici, le aree attrezzate per il gioco dei bambini devono rimanere chiuse.

Il comunicato del Sindaco

“Da lunedì 4 maggio entreremo nella tanto sospirata “fase 2”: forse ci aspettavamo una maggior eliminazione di restrizioni e un’apertura più allargata di attività, ma purtroppo la strada da percorrere con questo nemico invisibile è ancora lunga, nemico molto pericoloso ed è per questo che insieme dobbiamo stringere i denti e non mollare proprio ora. Se dovesse ritornare, sarebbe molto più forte e le nostre difficoltà sarebbero insormontabili”.

Il sindaco Fabio Bertarini ha quindi voluto ringraziare i propri concittadini: “Per ultimo voglio ringraziarvi: in queste settimane ho potuto constatare che le persone che non rispettano alcune basilari regole sono veramente un numero esiguo. Oramai siamo quasi sfiniti da questa situazione, ma come dicevo prima, dobbiamo raccogliere ancora le nostre forze e resistere. Un pensiero particolare va ai nostri figli e soprattutto a quelli più piccoli: rimanere chiusi in casa è difficile e magari alcune volte incomprensibile, passare davanti alla scuola e all’asilo e sentire solo la voce del “silenzio” è veramente doloroso. Anche per gli Anziani è una situazione difficile: sono spaventati e magari pensano di essere stati abbandonati. Per questo chiedo aiuto a tutti voi, se vivete vicino a qualcuno di loro ogni tanto andate a trovarli, o fate una telefonata, servirà per risollevare il loro morale, basta poco.

Colgo l’occasione per ringraziare i volontari che in queste settimane hanno dato la loro disponibilità per la consegna dei pasti, della spesa, delle mascherine e hanno perfino collaborato per l’apertura straordinaria della piazzola ecologica. Ringrazio poi tutti i dipendenti Comunali, il mio “Vice” e il mio “Assessore”. Non tutto è funzionato al meglio, forse si poteva fare di più, ma noi abbiamo sempre cercato di rispondere in maniera veloce alle richieste d’aiuto dei Viganesi e onestamente siamo soddisfatti del lavoro svolto”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia