Cronaca
Brianza Monzese

Vandali scatenati a Cornate, danneggiato anche l'albero dei volontari di Colnago

In precedenza i teppisti se l'erano presa con il presepe.

Vandali scatenati a Cornate, danneggiato anche l'albero dei volontari di Colnago
Cronaca Brianza, 02 Gennaio 2022 ore 15:02

Vandali scatenati a Cornate: dopo il presepe, danneggiato anche l'albero dei volontari. Lo sconcertante episodio è stato denunciato nella serata di ieri, sabato 1 gennaio, dall'associazione "Amici dell'Albero" di Colnago, che proprio quest'anno ha voluto realizzare un'opera iconica per celebrare i dieci anni di attività.

Vandali scatenati a Cornate

Qualche giorno fa, come scrive primamonza.it. dalla piazza di Cornate, era stato fatto sparire il Bambin Gesù dal presepe, "rapito" da alcuni teppisti. Ieri, invece, è toccato farne le spese all'albero di Colnago, posizionato nella centralissima piazza Sant'Alessandro e danneggiato dai vandali. L'opera era stata realizzata dall'associazione "Amici dell'Albero" che proprio nel corso del 2021 ha tagliato il traguardo dei dieci anni di attività.

Per l'occasione i volontari avevano deciso di celebrare l'anniversario unendo all'interno dell'iconico albero tutti i simboli utilizzati nelle edizioni precedenti, assemblando in maniera molto originale ombrelli, bottiglie, bicchieri e molto altro materiale di riciclo.

L'amarezza dei volontari

Il risultato è stato a dir poco strabiliante e in questi giorni tutti i colnaghesi, almeno per un momento, si sono fermati ad ammirare la struttura. L'associazione, inoltre, per realizzare il suo albero è stata supportata anche dal Centro Diurno Disabili e dai ragazzi della scuola. Lavoro, impegno e dedizione purtroppo resi vani dai vandali, che nelle prime ore dell'anno nuovo hanno pensate (malissimo) di rovinare tutto.

Comprensibile l'amarezza da parte dei volontari, che ovviamente hanno condannato il vergognoso gesto: "Quest'anno purtroppo, non so nemmeno come definirli, hanno colpito. Mi dispiace vedere tanta maleducazione. Comunque buon anno a tutti."

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie