Menu
Cerca
Lotta al virus

Vaccinazioni di massa: 720 al giorno a Cernusco e 430 a Barzio

Inizialmente verranno attivate 3 linee nella sede della Comunità Montana e 5 alla Technoprobe

Vaccinazioni di massa:  720 al giorno a Cernusco e 430 a Barzio
Cronaca Meratese, 14 Aprile 2021 ore 10:28

Dopo la partenza delle vaccinazioni di massa a Lecco, con circa 430 inoculazioni al giorno al Palataurus  ai lecchesi della fascia d’età under 70, prosegue la pianificazione della campagna in tutta la provincia di Lecco parallelamente alle seconde dosi agli over 80 (con i richiami effettuati al Manzoni di Lecco). A partire dalla prossima settimana verrà attivato il secondo centro, quello dedicato in particolare all’area Meratese mentre quella successiva sarà la volta della Valsassina.

Vaccinazioni di massa: 430 al giorno a Barzio e 720 a Cernusco

Ma andiamo con ordine. L’apertura del polo vaccinale a Cernusco Lombardone, all’interno del capannone messo a disposizione dall’azienda Technoprobe, è prevista per il 19 aprile e in questi giorni si procederà con gli allestimenti. Cinque le linee che verranno attivate si prevede che ognuna di esse effettuerà 144 somministrazioni per un totale di 720 inoculazioni al giorno.

Esattamente sette giorni dopo, ovvero a partire dal 26 aprile 2021, sarà la vola dell’hub di Barzio che aprirà i battenti all’interno della sede della Comunità Montana della Valsassina. In questo caso le linee in funzione saranno 3 con un totale di 430 vaccinazioni al giorno.

La richiesta sui centri di prossimità

Intanto i sindaci lecchesi sono in attesa di capire se e quando verrà presa in considerazione la loro richiesta, messa nero su bianco in una lettera inviata il 12 aprile all’Assessore Welfare Regione Lombardia Letizia Moratti e al Commissario per la campagna Vaccinale Guido Bertolaso, di “proseguire con l’esperienza di un modello fatto di centri di prossimità sovracomunali che possono dare un contributo fattivo, ad integrazione degli hub di massa, nelle settimane e nei mesi a venire, in cui si dovranno affrontare centinaia di migliaia di vaccinazioni nella nostra Provincia”.

 

Necrologie