Buone notizie

Tariffazione puntuale: a un mese dal via la sperimentazione è promossa a pieni voti

Diminuisce il rifiuto indifferenziato e cresce invece la raccolta differenziata

Tariffazione puntuale: a un mese dal via la sperimentazione è promossa a pieni voti
Meratese, 17 Novembre 2020 ore 19:00

Sono risultati davvero positivi quelli che emergono dai dati elaborati da Silea nel corso del primo mese della raccolta rifiuti con il nuovo sistema di tariffazione puntuale mediante sacco rosso nei sei Comuni dell’Oggionese che hanno aderito a questa prima fase sperimentale: Colle Brianza, Dolzago, Ello, La Valletta Brianza, Oggiono, Santa Maria Hoè.

Tariffazione puntuale: a un mese dal via la sperimentazione è promossa a pieni voti

“Siamo particolarmente soddisfatti dei risultati ottenuti in questo primo mese di misurazione puntuale – ha affermato il presidente di Silea, Domenico Salvadore – Abbiamo voluto attendere, prima di esprimere valutazioni, di avere a disposizione i dati di un periodo sufficientemente attendibile.  Ora che abbiamo avuto modo di esaminarli con attenzione,  possiamo dire che siamo sulla strada giusta. E il merito di ciò è sicuramente dei Comuni interessati e dei loro abitanti, oltre che della collaborazione che si è sviluppata tra Silea e le Amministrazioni Comunali. Un gioco di squadra che sta producendo buoni risultati, in termini di riduzione dei rifiuti indifferenziati e di aumento della raccolta differenziata. Speriamo che questi risultati siano un incentivo per gli altri comuni a voler iniziare anch’essi la misurazione puntuale quanto prima. Il nostro obiettivo è di introdurre questo cambiamento in tutta la provincia entro la fine del 2022 e di raggiungere una percentuale media della raccolta differenziata dell’80% sull’intero territorio. Questo risultato ci consentirà di incrementare il riciclo dei rifiuti nell’ottica dell’economia circolare e di diminuire il ricorso all’incenerimento, coerentemente con quanto contenuto nelle linee guida indicateci dai Comuni soci.”

Netta riduzione dei rifiuti indifferenziati con la tariffazione puntuale

Dall’esame dei dati illustrati dal Direttore generale Pietro Antonio D’Alema, infatti, il primo indicatore che emerge con evidenza è la netta riduzione dei quantitativi di rifiuti indifferenziati conferiti con il sacco rosso nel mese di ottobre (-40% rispetto allo stesso mese del 2019) e che attesta a circa 83 kg per abitante la produzione annua del bacino. Contemporaneamente si registra la crescita significativa della percentuale di Raccolta Differenziata, peraltro già a livelli elevati, che porta il bacino complessivo dei 6 comuni a superare l’85%. Nello specifico, rispetto al dato di raccolta differenziata 2019, Colle Brianza cresce dall’82,9% al’85,3%, Dolzago dal 75,1% all’83,1%, Ello dall’87,3% al 90,9%, La Valletta Brianza dal 75,3% all’86,8%, Oggiono dal 72,7% all’81,4% e Santa Maria Hoè dal 75,6% all’86,9%. Numeri da primato che, se estesi in proiezione a tutto il territorio provinciale servito da Silea, proietterebbero la nostra provincia ai vertici a livello nazionale.

La raccolta

Un altro dato interessante riguarda la frequenza dei conferimenti e l’utilizzo del numero di sacchi rossi al variare della dimensione del nucleo familiare. Tenendo conto delle prime cinque settimane di raccolta analizzate, ad aver conferito il sacco rosso meno di 3 volte è il 59% dei nuclei mono-componente, il 44% di quelli con 2 componenti, il 36% dei nuclei con 3 componenti, il 29% delle famiglie con 4 componenti e il 26% di quelle con 5 o più componenti. Complessivamente solo il 20% delle famiglie ha esposto il «sacco rosso» ogni settimana, nel corso del mese. Ad aver utilizzato meno di 5 sacchi sono stati rispettivamente l’81% delle famiglie con 1 componente, il 73% delle famiglie con 2 componenti, il 65% delle famiglie con 3 componenti, il 57% delle famiglie con 4 componenti e il 54% delle famiglie con 5 componenti. Complessivamente solo il 15% delle famiglie ha esposto 5 «sacchi rossi» nel corso delle prime 5 settimane È dunque sufficiente il sacco rosso da 40 litri? Alla domanda, una delle più ricorrenti in fase di avvio, la risposta è positiva. Infatti il 70% delle famiglie espone 1 solo sacco quando effettua il conferimento. 

I sindaci sulla tariffazione puntuale

All’esposizione sono seguiti gli interventi dei Sindaci dei comuni coinvolti:

“La soddisfazione è davvero molta, perché testimonia che, grazie alla risposta dei nostri cittadini, la scelta coraggiosa fatta di sperimentare per primi questa nuova modalità di raccolta è stata vincente. È aumentata in modo esponenziale la raccolta differenziata e si è ridotto il rifiuto indifferenziato. Tranne che nella prima settimana, dove c’è stata qualche comprensibile difficoltà nel dar seguito al nuovo sistema, grazie alla responsabilità dei cittadini e al sistema di monitoraggio e controllo messo in atto dai nostri Comuni in collaborazione con Silea, non si è riscontrato il fenomeno dell’abbandono di rifiuti, ed anche i conferimenti non conformi si sono progressivamente ridotti nel corso delle settimane. A Silea va il merito di averci accompagnati in questa sfida con grande competenza e disponibilità e di aver progettato con noi un sistema che tende ad agevolare quanto più possibile i cittadini. Confidiamo che, alla luce di questi dati, anche gli altri Comuni serviti da Silea possano aderire quanto prima a questa nuova raccolta, contribuendo così a migliorare le performance ambientali del nostro territorio. Quanto alla tariffazione puntuale sarà una tappa ulteriore che potremo studiare insieme a Silea”.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia