Ordinanza

Sirtori: firmata l’ordinanza che vieta di recarsi sul territorio in auto per svolgere attività sportive

Il sindaco Maggioni: "perchè lo abbiamo fatto? per tutelarvi!"

Sirtori: firmata l’ordinanza che vieta di recarsi sul territorio in auto per svolgere attività sportive
Casatese, 09 Maggio 2020 ore 08:50

Anche l’Amministrazione di Sirtori, in linea con quanto deciso dai comuni del Casatese e della provincia di Lecco ha adottato l’ ordinanza relativa all’attività motoria e sportiva: vietato recarsi sul territorio comunale in auto o con altri mezzi per svolgervi questa tipologia di attività.

LEGGI ANCHE: Coronavurus: nel lecchese 29 nuovi tamponi positivi, 49 in provincia di Bergamo 

L’ordinanza spiegata dal sindaco

Perché lo abbiamo fatto? Per tutelarvi! La salute pubblica è il nostro primo pensiero!- ha spiegato in un comunicato il sindaco Davide Maggioni che ha  poi aggiunto – Siamo sinceramente preoccupati che numerose famiglie, ad esempio, dell’hinterland milanese, desiderose di uscire, si riversino nelle nostre zone verdi creando assembramenti che non saremo in grado di controllare e evitare. L’attività motoria e sportiva rimane consentita con partenza dal proprio domicilio o dalla propria residenza e facendovi ritorno solo a piedi, in bicicletta, ecc. (come una lettura più restrittiva dell’ultimo DPCM prescrive).

Non si vuole impedire a nessun sirtorese di fare attività motoria nel Parco del Curone o nei nostri boschi, ma si vuole evitare la presenza di troppe persone. Ricordiamo che è consentita l’attività motoria o sportiva da svolgersi singolarmente, a meno di non accompagnare un minore, un anziano, una persona con difficoltà. Incontrando altre persone bisognerà mantenere un metro di distanza durante l’attività motoria, due metri durante quella sportiva. I conviventi potranno muoversi insieme. Dovrà sempre essere indossata la mascherina, o altra protezione individuale, salvo per coloro che svolgono attività motoria e sportiva durante i momenti di attività fisica intensa: subito prima e subito dopo va portata.

Sottolineo che non sono permesse scampagnate, passeggiate, ritrovi con altre persone, darsi appuntamento con altri per percorrere gli stessi sentieri. Fino al 17 maggio queste sono le disposizioni in vigore: ricordiamoci che siamo una provincia molto colpita, in proporzione, da casi di Covid-19 e che non è assolutamente il momento di abbassare la guardia”.

Prevista nel Paese anche una nuova distribuzione di mascherine per ogni famiglia con le modalità di consegna che verranno comunicate la prossima settimana. Dal 13 maggio verrà ripristinato inoltre il  mercato settimanale del mercoledì e la presenza del bancarella del sabato in piazza.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia