Cronaca
Fiamme

Si è riacceso il rogo di Airuno, fiamme anche a Valgreghentino

Situazione davvero preoccupante sul territorio: pompieri di nuovo al lavoro

Si è riacceso il rogo di Airuno, fiamme anche a Valgreghentino
Cronaca Meratese, 14 Luglio 2022 ore 16:57

Si è riacceso il rogo di Airuno, fiamme anche a Valgreghentino. Le conseguenze della grave siccità e della crisi idrica  che stanno flagellando il territorio stanno provocando pesanti conseguenze anche sul fronte incendi. Dopo il grande lavoro compiuto ieri dai Vigili del fuoco si è purtroppo riacceso oggi, giovedì 14 luglio 2022 l'incendio che sta bruciando l'area boschiva nella zona alta di Airuno, verso la frazione Aizurro. Non solo ma le fiamme sono arrivate anche a Valgreghentino.

Si è riacceso il rogo di Airuno, fiamme anche a Valgreghentino

LEGGI ANCHE Siccità, situazione drammatica: Lago ai minimi storici

L'incendio era divampato nella tarda mattinata di ieri ed ad Airuno erano intervenute cinque squadre di Pompieri da Lecco e da Valmadrera.

Inoltre la zona era stata sorvolata anche dall'elicottero che ha cosparso acqua per spegnere il rogo. La situazione, dopo ore di lavoro, era apparsa sotto controllo.

 

Ma  oggi ancora un allarme

Da stamattina sono di nuovo al lavoro i Vigili del Fuoco con uomini e mezzi da Lecco e Valmadrera per combattere le fiamme. In posto anche le squadre dell'anti incendio boschivo e i Carabinieri forestali.

Fiamme anche nel vicino Comune di Valgreghentino

Come detto sempre nel primo pomeriggio di oggi un altro incendio è scoppiato nel comune di Valgreghentino e le operazioni di spegnimento sono in corso.

Una situazione preoccupante

Una situazione che, al di là dei focolai attualmente attivi, preoccupa l'intero territorio.

Basti pensare che l'Amministrazione comunale di Lecco, dopo un incontro coi Vigili del fuoco e in considerazione del rischio incendi, ha deciso di spostare il concerto di Ron, inizialmente in programma ai Piani d'Erna alle 18 di domani, alla nuova location di piazza Garibaldi a Lecco (con inizio alle 21).

Allerta della Protezione civile

Le condizioni meteo-climatiche (prolungata assenza di precipitazioni e alte temperature) e l’umidità del combustibile vegetale (in particolare nelle zone con codice colore di allerta GIALLA) sono tali da generare possibili incendi con intensità del fuoco BASSA e una propagazione LENTA. Si sottolinea inoltre che il Codice Giallo nei territori di Pianura si riferisce in particolare alle fasce fluviali. Pertanto si suggerisce ai Presidi Territoriali di mantenere una fase operativa minima di ATTENZIONE almeno per i territori delle zone omogenee in allerta GIALLA, garantendo un adeguato monitoraggio e una costante attività di sorveglianza dei territori.

Per scongiurare il pericolo di innesco e propagazione degli incendi boschivi, si invita la popolazione ad adottare comportamenti sempre corretti, informarsi costantemente sulle previsioni di rischio Incendi Boschivi utilizzando l'app AllertaLOM e avvisare le Autorità competenti in caso di necessità e/o avvistamento di incendi boschivi.

Segnalare con tempestività ogni principio di incendio, telefonando ai numeri di emergenza:

  • Centro Operativo Regionale Antincendio Boschivo (COR AIB): 035.611009;

  • Sala Operativa di Protezione Civile regionale: 800.061.160;

  • Sale Operative Provinciali VVF: 115 o in alternativa il 112.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie