Dolore

Si è costituito l’assassino di don Roberto Malgesini, il prete ucciso a coltellate

A sferrare i colpi mortali al prete è stato un immigrato di 53 anni, originario della Tunisia, in Italia da almeno vent’anni.

Si è costituito l’assassino di don Roberto Malgesini, il  prete ucciso a coltellate
15 Settembre 2020 ore 15:27

Si è costituito l’assassino del prete ucciso a coltellate. Don Roberto Malgesini è stato assassinato questa mattina, martedì 15 settembre 2020, a Como. Il sacerdote d’origine valtellinese è stato colpito da diverse coltellate. Stando ai primi riscontri effettuati sul posto quella fatale lo ha raggiunto al collo.

Si è costituito l’assassino del prete ucciso a coltellate

A sferrare i colpi mortali al prete è stato un immigrato di 53 anni, originario della Tunisia, in Italia da almeno vent’anni. Come riportano i colleghi di primacomo.it Risale ad allora il primo fotosegnalamento emerso dal database delle forze dell’ordine.

Irregolare sul territorio italiano, aveva alcuni precedenti per reati contro la persona e il patrimonio. Attualmente era in attesa di udienza in Tribunale per l’espulsione dal Paese. Questa situazione sembra che abbia alimentato i fortissimi disagi che viveva. Solo i Carabinieri e la Polizia di Stato, che conducono congiuntamente le indagini, potranno chiudere il cerchio su cosa sia accaduto questa mattina.

Dopo aver commesso il delitto, attorno alle 7.30 si è presentato nella caserma dei carabinieri ancora coperto di sangue raccontando quanto aveva appena fatto.

 

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia