Cronaca
Maltempo

Ricoverata a Lecco la turista colpita da una pianta durante il temporale

Nuova allerta meteo: previsti per stasera ancora temporali e grandinate

Ricoverata a Lecco la turista colpita da una pianta durante il temporale
Cronaca Lecco e dintorni, 08 Giugno 2022 ore 14:20

E' ricoverata all'ospedale Alessandro Manzoni di Lecco, dove i medici si stanno occupando di lei per traumi al bacino e agli arti, la turista colpita da una pianta durante il temporale che si è abbattuto sul Lario, tanto sulla sponda Lecchese quanto su quella comasca nel pomeriggio di domenica. L'incidente, che ha visto coinvolta la donna, è avvenuto al parco comunale di Bellagio.

Ricoverata a Lecco la turista colpita da una pianta durante il temporale

La malcapitata, una 43enne di origine norvegese in vacanza sul lago con la famiglia, al momento dello scoppio del violento nubifragio ha probabilmente tentato di cercare riparo sotto una pianta. La forza del vento e dell'acqua ha però fatto staccare alcuni rami che hanno colpito la 43enne. Sul posto per soccorrerla, oltre ai sanitari, sono intervenuti anche i Vigili del fuoco. Trasportata all'ospedale di Menaggio la donna è stata poi trasferita a Lecco dove si trova attualmente in cura.

Un episodio drammatico quello avvenuto a Bellagio dove sono state diverse le piante cadute, così come a Lecco, in particolare nella zona del lungolago (immagine di copertina). Fortunatamente però sul nostro territorio non si sono registrati feriti.

Allerta meteo gialla

Intanto, dopo i nubifragi che si sono abbattuti anche lunedì sul Lecchese (e che hanno provocato l'allagamento della Statale 36 tanto che vigili del Fuoco sono dovuti intervenire per liberare diversi automobilisti) gli occhi restano puntati al cielo. La Protezione Civile Regionale ha emesso una nuova allerta meteo gialla per il Lecchese e non solo.

"Il rapido avvicinamento di un nuovo nucleo freddo di origine nord-Atlantica causa un aumento dell'instabilità tra il pomeriggio di oggi 08/06 e la prossima notte. La saccatura, accompagnata da aria fredda alle medie-alte quote, causerà nella fase di avvicinamento del suo asse spiccata attività di tipo convettivo sulla Regione, concentrata soprattutto tra la Pianura e la fascia prealpina centro-orientale - si legge nel documento di allertamento -  Dal primo pomeriggio brevi rovesci di pioggia e temporali in sviluppo inizialmente sulle Prealpi centro-occidentali, a seguire possibile innesco anche sulla Pianura occidentale e in Appennino. Successivamente, i fenomeni, a prevalente carattere temporalesco, si sposteranno verso le zone orientali della Regione seguendo l'asse Sud-Ovest/Nord-Est e tendendo a concentrarsi, nella serata, sulla fascia alpina, la fascia prealpina orientale e la Pianura centro-orientale, fino al progressivo completo esaurimento ad iniziare da Ovest. Non si escludono possibili grandinate di piccole-medie dimensioni (chicchi fino a 1-2 cm di diametro) e forti raffiche di vento".

Le previsioni per domani

"Il transito e il successivo allontanamento del nucleo freddo determina, per la giornata di domani 09/06, residua instabilità sui settori orientali della Lombardia, con brevi rovesci o isolati temporali sulle Prealpi orientali e sulla Pianura Orientale (con marginale interessamento possibile della Pianura Centrale e della Bassa Pianura Centro-Occidentale). Sulle Alpi di confine restano possibili locali piogge o rovesci di debole intensità. La formazione di rovesci o isolati temporali sui settori orientali è più probabile tra la tarda mattinata e la prima parte del pomeriggio, in concomitanza dell'ingresso di aria fredda orientale dall'alto Adriatico. Su queste zone non si esclude la formazione di locali grandinate di piccole dimensioni (inferiori a 1 cm di diametro); rapido e generale miglioramento in serata. Sin dal mattino rinforzo del vento da nord in quota, in estensione alla pianura occidentale e all'Oltrepò Pavese nel pomeriggio quando è attesa la fase di massimo rinforzo con possibile breve episodio di foehn sulla Pianura Occidentale e Pedemontana. Le raffiche di vento potranno raggiungere, alle quote superiori ai 1000 m, punte di 80-90 km/h. In pianura brevi raffiche possibili fino a 60-70 km/h solamente durante la fase di ingresso del vento (tra le 16:00 e le 20:00), durante le altre fasce orarie raffiche fino a 50-60 km/h".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie