Menu
Cerca
Ancora di salvezza

Retesalute, dipendenti salvi anche in caso di liquidazione

E' stata garantita sia la tenuta occupazionale che il mantenimento dei contratti in essere.

Retesalute, dipendenti salvi anche in caso di liquidazione
Cronaca Meratese, 10 Luglio 2020 ore 07:59

“Dopo mesi di incertezze, finalmente una luce in fondo al tunnel”. Esordisce così il comunicato diffuso dalla Fp Cgil relativamente alla situazione dei dipendenti dell’azienda speciale Retesalute, il cui destino è appeso a un filo a causa del maxi debito da 4 milioni di euro e che conoscerà il proprio futuro alla fine di questo mese.

Retesalute, “salvi” i dipendenti

Si è conclusa positivamente, insomma, la procedura di conciliazione tenutasi nella mattinata di ieri, giovedì 9 luglio 2020, alla Prefettura di Lecco, che ha visto il coinvolgimento delle Organizzazioni Sindacali territoriali, del presidente del CDA di Retesalute, del presidente dell’Assemblea degli Enti aderenti a Retesalute, oltre al presidente della Conferenza dei Sindaci del Meratese, al presidente della Conferenza Permanente dei Sindaci del Casatese e al vicepresidente dell’Assemblea dei Sindaci dell’Ambito distrettuale di Merate. E’ stata sciolta la riserva sul destino dei dipendenti della più grande Azienda: qualunque sarà la strada che verrà percorsa per uscire dallo stato di crisi economico finanziaria in cui versa Retesalute, a seguito dello stato debitorio maturato all’interno dei bilanci dell’Azienda dal 2015 ad oggi, ai dipendenti, rappresentati al tavolo prefettizio dalla relativa RSU, è stata garantita sia la tenuta occupazionale che il mantenimento dei contratti in essere. Garanzia correlata alla presa di posizione delle “rappresentanze politiche” al tavolo, che hanno confermato il proprio intendimento nel voler mantenere il controllo pubblico dei servizi sino a questo momento gestiti con grande professionalità da Retesalute.

Mesi di angoscia

“Finalmente possiamo dire ai lavoratori, che in questi mesi hanno vissuto con angoscia la difficile situazione che l’azienda sta attraversando, di poter affrontare il futuro con la serenità che meritano”, ha dichiarato la Segretaria della FP CGIL Lecco, Teresa Elmo.  “Il percorso che condurrà ad una risoluzione della crisi finanziaria di Retesalute sarà un percorso non privo di difficoltà per tutti i soggetti coinvolti nella vicenda – prosegue Elmo – Le azioni che verranno messe in campo richiederanno i dovuti tempi e le necessarie valutazioni, ma ciò che conta è che in questo difficile scenario non verrà in alcun modo messa in discussione né la tenuta dei servizi erogati sino ad oggi dall’Azienda Speciale, né la professionalità e i diritti maturati dai lavoratori, che hanno contribuito al raggiungimento del livello di qualità dimostrato nei servizi erogati sino ad oggi”.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli