Cronaca
Brivio-Calco

Raccolta fondi per il piccolo Achille: anche il territorio Meratese si mobilita

Ecco dove e quando sarà possibile lasciare il proprio contributo nella "damigiana solidale"

Raccolta fondi per il piccolo Achille: anche il territorio Meratese si mobilita
Cronaca Meratese, 05 Agosto 2022 ore 15:40

Si moltiplicano sul territorio le iniziative di solidarietà e raccolta fondi per il piccolo Achille, il bimbo nato con una patologia assai rara, denominata Malattia di Norrie, che lo ha reso cieco.

Raccolta fondi per il piccolo Achille: anche il territorio Meratese si mobilita

Dopo l'appello lanciato da Sara Rusconi di Bellano e Simone Losa di Calolziocorte, sfociato in una campagna di  crowdfunding  che ha già superato 270mila euro (chi  volesse partecipare può cliccare qui) e dopo  gli   eventi  benefici promossi sul Lago e in Valle San Martino, anche il territorio Meratese si mobilita per regalare una speranza al piccolo.

L'obiettivo è raggiungere  i 400.000 euro necessari per volare in America e sottoporre Achille  agli interventi chirurgici  necessari per tentare  di fargli recuperare almeno la sensibilità alla luce agli occhi.

In particolare è la comunità di Brivio che si è messa in moto predisponendo una "damigiana" all'interno della quale sarà possibile lasciare la propria donazione. Sarà possibile  trovare il contenitore solidale, a partire da questa sera, venerdì 5 agosto 2022 e fino a domenica 7 agosto, nell'ambito della festa di  Foppaluera organizzata da Amici di Foppa, Associazione Culturale "Nostra Signora della Neve".

Non solo ma la damigiana verrà posizionata , sabato 13 agosto e domenica 14 agosto  in via lung'Adda Monfalcone n°11 a Brivio. E ancora un ulteriore punto di raccolta sarà al  distributore Agip Calco.

L'importanza della ricerca per i bimbi affetti dalla stessa patologia

“Grazie ai fondi che stiamo raccogliendo - spiegano i genitori di Achille - potremo non solo sostenere le operazioni e le cure agli occhi di Achille ma, soprattutto, finanziare in maniera significativa progetti di ricerca su cure sperimentali per la sua malattia che purtroppo essendo rarissima vanno a rilento a causa della mancanza di fondi. In questo modo Achille e altri bambini con la sua patologia potranno continuare a sperare nei progressi che potranno essere fatti nei prossimi anni dalla medicina, e in una vita straordinaria come quella che meritano. Pochi giorni fa ci trovavamo davanti ad un muro insormontabile, oggi quel muro è ancora lì ma sicuramente abbiamo il supporto giusto per provare a scalarlo”.

 

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie