Cronaca
Si è tenuto a Tabiago

Morto a soli 19 anni, gli amici al funerale: "Dovunque tu sia resterai il nostro sognatore" FOTO e VIDEO

I compagni di classe dell'istituto Greppi di Monticello hanno voluto salutare Davide Di Carlantonio con parole molto toccanti

Cronaca Casatese, 06 Luglio 2020 ore 17:47

 

"Dovunque tu sia resterai il nostro sognatore": è con queste parole che i compagni di classe dell'istituto Greppi di Monticello hanno voluto salutare Davide Di Carlantonio, il giovane di 19 anni morto all'improvviso sabato scorso. Il funerale si è tenuto nel pomeriggio di oggi, lunedì 6 luglio 2020, nella chiesa parrocchiale di Tabiago a Nibionno.

Morto a 19 anni, in funerale a Tabiago

Il funerale del 19enne residente a Nibionno si è tenuto nella chiesa della frazione di Tabiago, lo ha celebrato il parroco don Luigi Bianchi e in chiusura di cerimonia è stata proprio una compagna di classe a leggere dall’altare la lettera che Davide avrebbe ricevuto alla pizzata di fine anno. «Con la presente la congediamo dall'impegno di rappresentante - riporta la lettera dai toni scherzosi, in perfetto clima da fine anno scolastico - Lo ha svolto con impegno encomiabile, le avremmo realizzato una statua equestre o un Busto ma visto il momento deve accontentarsi del pensiero. Dovunque tu sia speriamo che tu possa realizzare i tuoi sogni e se noi li realizzeremo per te, sappi che sarai sempre con noi. Resterai sempre il nostro sognatore».

L'omelia di don Luigi

«Ci troviamo davanti a una realtà dura, crudele e assurda - ha affermato don Luigi durtante l’omelia - Non c'è solo dolore, ma dolore della morte, tutti noi siamo nati per vita e gioia. Nella nostra mente non c'è spiegazione, in quella di Dio sì, se no che Dio sarebbe? Ennio Flaiano, ateo dichiarato, parla della sua vita che cambia quando nasce sua figlia handicappata. Si è chiuso in sé, ma poi è morto come Davide, per un arresto cardiaco. Hanno trovato un suo racconto in un cassetto mai pubblicato: nel suo racconto c'è lui che vede Gesù con la sua bambina e dice "non voglio che tu la guarisca, voglio che tu la ami". È quello che chiediamo a Gesù: hai preso Davide con te e vogliamo che tu lo ami molto. Così sia».

Palloncini bianchi e arancio

Al termine della funzione, sul sagrato della chiesa, le amiche di Davide hanno lanciato in cielo dei palloncini bianchi e arancio e una lettera D, l’iniziale del suo nome.

 

4 foto Sfoglia la gallery
Necrologie