Svolta

Missaglia: dopo 40 anni si è ufficialmente chiusa la vertenza Motto

Il sindaco Bruno Crippa: "L’Amministrazione Comunale è liberata da qualsivoglia, ulteriore pretesa, relativa alle indennità di esproprio"

Missaglia: dopo 40 anni si è ufficialmente chiusa la vertenza Motto
Cronaca Casatese, 30 Maggio 2020 ore 18:10

È ufficiale: la vertenza Motto si è chiusa dopo un percorso lungo 40 anni costituito da sentenze, trattative e negoziazioni sulla cifra di indennità. Ad annunciarlo, senza nascondere la sua soddisfazione, è il sindaco di Missaglia Bruno Crippa che, come era stato previsto in precedenza, ha confermato l’abbassamento dell’ammontare del risarcimento e la ripartizione della somma da pagare fra i soci della Cooperativa Armonia e il Comune di Missaglia.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: crescono i guariti a Missaglia

Missaglia: si chiude un capitolo lungo 40 anni

Nello specifico, il Capitale (equivalente a oltre 325mila euro) che consiste nell’indennità di esproprio e occupazione è già stato versato da tutti i soci della Cooperativa Armonia al Comune di Missaglia: il procedimento è stato portato a termine nel giro di una settimana di tempo e ha richiesto un lavoro di riallacciamento dei rapporti con gli interessati. La quota degli interessi maturati (che, in base all’accordo di transazione, ammontano a circa 362mila euro e che restano bloccati con la sottoscrizione dell’accordo), sono invece stati accantonati nella Spesa Corrente del Bilancio del 2020 del Comune di Missaglia. Quest’ultima decisione, in particolare, è stata maturata dopo un attento confronto con la Corte dei Conti che, citando le parole del primo cittadino di qualche mese fa, aveva «espresso tranquillità» nei confronti della situazione finanziaria delle casse comunali. Il pagamento delle indennità previste e concordate verrà effettuato all’approvazione del Bilancio Consuntivo 2019, che si terrà alla metà di luglio.

Necrologie