Sabato mattina

Mercato di Calusco: tornano i banchi non alimentari, ma le regole rimangono stringenti

L'accesso sarà consentito anche alle persone di paesi limitrofi.

Mercato di Calusco: tornano i banchi non alimentari, ma le regole rimangono stringenti
Isola, 22 Maggio 2020 ore 21:16

Domani mattina tornano i banchi non alimentari al mercato di Calusco d’Adda, ma restano in vigore le stesse regole stringenti di sicurezza delle scorse settimane.

LEGGI ANCHE: La Polizia scopre un vero e proprio… condominio della droga

Mercato di Calusco, “non sarà un liberi tutti”

“Domani mattina il mercato di Calusco d’Adda riapre ai banchi non alimentari, ma non sarà un liberi tutti: ci saranno ancora regole stringenti per quanto riguarda l’accesso e la fruibilità dell’area. Chiedo, ancora un volta, un grande senso di responsabilità”. Queste le parole dell’assessore alle Attività produttive del Comune di Calusco d’Adda Massimo Cocchi in vista del mercato di domani, 23 maggio 2020. Come per le scorse settimane, l’area resterà aperta ai clienti dalle 7.45 alle 13 e sarà controllata dalla Polizia locale e dai volontari della Protezione civile. L’accesso sarà contingentato ma il numero di persone che potranno entrare è stato aumentato da 60 a 300 in virtù del maggior numero di banchi presenti (non più solo quelli alimentari ma anche quelli non alimentari).

Le regole da rispettare

Rimane obbligatorio l’uso di guanti e mascherina per operatori e clienti e il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno 1 metro, così come rimangono vietati gli assembramenti. Per questo motivo, l’assessore Cocchi ha chiesto “di presentarsi in orari scaglionati, di non presentarsi prima dell’apertura per evitare di intralciare le operazioni di posizionamento dei banchi, di mettersi pazientemente in coda se necessario e di non passeggiare nel mercato, ma di concentrasti sugli acquisti e liberare lo spazio appena possibile”. Visto che da domani il mercato di Calusco sarà aperto anche ai cittadini provenienti dai paesi limitrofi, inoltre, Cocchi invita tutti a mantenere un atteggiamento responsabile: “I caluschesi si sono sempre dimostrati attenti al rispetto delle regole – ha infatti dichiarato – Chiedo quindi anche agli avventori degli altri paesi di rispettare le direttive. Colgo l’occasione per ringraziare le associazioni rappresentative degli ambulanti, con le quali abbiamo sempre avuto una importante collaborazione, i nostri dipendenti comunali per il lavoro di organizzazione svolto, tutti i clienti e gli ambulanti per la pazienza sempre dimostrata”.

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia