Cronaca
Robbiate - Merate

L'omaggio a Roberto Riva: "Avevi la Fiamma del Corpo Nazionale dei Vigili Del Fuoco che ardeva nel petto"

"Ti sei impegnato per tutta la vita nell’ambito pompieristico. I tuoi figli le tue nuore ed i tuoi nipoti ne saranno fieri. A Noi tutti mancherai, ma non ti dimenticheremo"

L'omaggio a Roberto Riva: "Avevi la Fiamma del Corpo Nazionale dei Vigili Del Fuoco che ardeva nel petto"
Cronaca Meratese, 16 Novembre 2021 ore 10:07

Un addio commosso quello che i Vigili del Fuoco di Merate  hanno voluto tributare al loro compagno Roberto Riva, morto venerdì scorso a 79 anni  dopo aver lottato a lungo contro la malattia.
Il funerale è stato celebrato nella mattinata di ieri, lunedì 15 novembre, nella chiesa parrocchiale di Robbiate da don Eugenio Folcio. Davvero toccante l'omaggio dei I Soci ANVVF ODV Sez di Lecco.

L'omaggio a Roberto Riva: "Avevi la Fiamma del Corpo Nazionale dei Vigili Del Fuoco che ardeva nel petto"

Caro Presidente Roberto Riva, il, 12 Novembre 2021, “sei andato avanti”, hai raggiunto la tua cara Giuditta. Noi tutti, Presidente, non potremo mai dimenticarti. Con te abbiamo condiviso per tanti anni la stessa Passione, con la “P” Maiuscola: tu avevi la Fiamma del Corpo Nazionale dei Vigili Del Fuoco che ardeva nel petto.

Permettici Roberto di ripercorrere, per tutti noi, la tua intensissima vita Sei nato nel 1942 da una famiglia nella quale il papà, Giacomo Lavinio, era un Vigile del Fuoco e proprio l’anno dopo, nel 1943, divenne capo Distaccamento di Merate, allora appartenente al Comando provinciale di Como e ricoprì quel ruolo fino agli anni 70. Lavinio, era succeduto al compianto Vigile del Fuoco Alberto Dozio del Distaccamento di Merate, che eroicamente perì in servizio sotto i bombardamenti il 15 Agosto 1943 a Milano.

La tua fanciullezza e la tua adolescenza si sono svolte in una casa dove, al rientro dagli interventi del papà e della sua Squadra, annusavi l’odore del fumo sui suoi vestiti, assistevi alle discussioni animate su come gestire o organizzare meglio il servizio. Per Osmosi la passione non poteva che svilupparsi e accrescersi. A tutto questo, caro Roberto, aggiungiamo il fatto che tua sorella sposò Giancarlo Dozio, proprio il figlio di quel famoso Alberto Dozio. Altro ragazzo con i “geni” del Pompiere, che aveva vissuto la sua gioventù respirando lo stesso profumo di bruciato “post intervento” ed aveva subito la tragica scomparsa del padre.

Entrambi avete svolto il ruolo di Pompieri Volontari. Entrambi siete entrati nella ANVVF Associazione Nazionale VVF sez di Como e, con la nuova Provincia di Lecco, nella Sez Provinciale di Lecco. Di cui tu Roberto sei stato il Nostro Presidente. Come soci ANVVF, avete sempre collaborato con il Distaccamento VVF Volontario di Merate.

Negli anni PreCovid, il nostro distaccamento riceveva la visita di tante scolaresche da tutto il territorio e si andava a tenere dei corsi in tante scuole, Voi avete sempre presenziato e collaborato con la Squadra VVFV operativa del distaccamento. Roberto, hai sempre collaborato con l’Associazione Amis di Pumpier de Meraà che supporta il locale Distaccamento, sei stato uno dei motori super attivi facendo parte del consiglio Direttivo Caro Presidente, ti sei impegnato per tutta la vita nell’ambito pompieristico. I tuoi figli le tue nuore ed i tuoi nipoti ne saranno fieri. A Noi tutti mancherai, ma non ti dimenticheremo.

I Soci ANVVF ODV Sez di Lecco

Tutti i ricordi sul Giornale di Merate in edicola da oggi, martedì 16 novembre 2021 e per tutta la settimana. Per la versione sfogliabile clicca qui. 

Necrologie