Festività in corsia

La Pasqua (e la Pasquetta) dei "nostri" angeli della Pneumologia del Mandic LE FOTO

Medici, infermieri e pazienti sono diventati una grande famiglia in questa tremenda emergenza sanitaria.

La Pasqua (e la Pasquetta) dei "nostri" angeli della Pneumologia del Mandic LE FOTO
Cronaca Meratese, 13 Aprile 2020 ore 17:24

Sono state una Pasqua e una Pasquetta molto particolari, quelle trascorse nel reparto di Pneumologia del Mandic. Lì, dove medici, infermieri e operatori sanitari affrontano da almeno un mese e mezzo turni estenuanti, in questa emergenza sanitaria sono riusciti a ritagliarsi qualche momento di gioia e di tenerezza. Tra di loro, ma anche con i pazienti, che ognuno di loro sente un po' fratelli, un po' zii, un po' nonni. Sicuramente amici, legati per sempre da un'esperienza che nessuno avrebbe mai pensato di dover affrontare.

LEGGI ANCHE Coronavirus, questa settimana una mascherina insieme al Giornale di Merate

La Pasqua in Pneumologia

Un ramoscello d'ulivo e una poesia, firmata dai "ragazzi della Pneumologia". Questo è stato il regalo di Pasqua che la squadra coordinata dal primario Daniele Colombo, che da quando è scoppiata la pandemia non si è preso nemmeno un giorno di pausa, hanno voluto offrire agli ospiti che lentamente, ma con grande forza d'animo, stanno abbandonando chi i caschi Cpap, chi le mascherine dell'ossigeno, per tornare a riabbracciare i propri cari. A far spuntare qualche sorriso sotto le mascherine delle infermiere (in realtà c'è anche chi un sorrisone se l'è disegnato proprio sulla mascherina...) sono bastati invece un uovo di Pasqua e una torta da tagliare in uno dei pochi attimi di pausa. Insomma, Pasqua è passata e ormai anche il Lunedì dell'Angelo. Ma se c'è un luogo dove gli angeli ogni giorno indossano il camice e salvano vite umane, quello è sicuramente il reparto di Pneumologia del nostro ospedale. Gliene siamo grati. E ne andiamo fieri.

10 foto Sfoglia la gallery
Necrologie