Menu
Cerca
Incredibile

In fuga per 40 chilometri sull’autostrada, arrestato dalla Polizia stradale

L'uomo, originario della provincia di Lecco, da un controllo è risultato avere precedenti per  truffa, bancarotta e insolvenza, oltre ad essere privo di patente

In fuga per 40 chilometri sull’autostrada,  arrestato dalla Polizia stradale
Cronaca Lecco e dintorni, 05 Marzo 2021 ore 12:42

Un 56enne residente a Genova, ma originario della provincia di Lecco,  è stato arrestato dalla Polizia stradale dopo una fuga iniziata al confine con la Francia e proseguita per circa 40 chilometri lungo l’autostrada A10. Come riportano i colleghi di primaillevante.it la sua folle corsa è terminata a Finale Ligure, grazie all’astuzia della Stradale che ha provocato un coda di tir che ha di fatto bloccato l’automobilista.

In fuga per 40 chilometri sull’autostrada, arrestato dalla Polizia stradale

A quanto confermano fonti di polizia l’uomo, originario della provincia di Lecco,  ha forzato un posto di blocco alla barriera dell’A10, a Ventimiglia. Al volante di una Mercedes con targa francese, dopo aver superato il confine, è stato fermato dagli agenti che presidiano la barriera. Dopo aver finto di accostare, mente l’agente gli si avvicinava, ha ingranato improvvisamente la marcia e si è dato alla fuga spericolata. L’agente ha fatto appena in tempo a scansarsi, appoggiandosi sul cofano e gettandosi di lato.

Anche in contromano

La fuga, in stile Cobra 11, è durata appunto una quarantina di chilometri, a velocità folle, zigzagando tra le auto, e procedendo anche contromano nei tratti in cui vi è lo scambio di carreggiata. Nel frattempo dal centro Operativo autostradale di Genova è stato trasmesso l’ordine a una macchina della polizia di rallentare i tir in direzione Genova, così da intrappolare la Mercedes, che a Finale Ligure ha finito la sua corsa. L’uomo, un imprenditore, è stato quindi condotto al posto di polizia di Ventimiglia. L’auto è intestata a una società di Mentone della quale l’uomo avrebbe dichiarato di essere direttore generale. Da un controllo è risultato avere precedenti per  truffa, bancarotta e insolvenza, oltre ad essere privo di patente, che risulta revocata dalla Prefettura di Genova da quasi due anni, settembre 2019.

Necrologie