Cultura

Il museo di Caprino Bergamasco riapre le porte al pubblico

Inaugurazione sabato 26 settembre con la mostra “Arda Ché. La natura vista con gli occhi dei bambini”.

Il museo di Caprino Bergamasco riapre le porte al pubblico
Isola, 20 Settembre 2020 ore 09:41

Il museo geologico “Luigi Torri” di Caprino Bergamasco riapre le porte al pubblico. Sabato 26 settembre, dalle 15 alle 18, ci sarà la festa di inaugurazione con la presentazione al pubblico della mostra “Arda Ché! Guarda qui! La natura a Caprino Bergamasco vista con gli occhi dei bambini”.

Il museo di Caprino Bergamasco riapre le porte al pubblico

Dopo anni di chiusura, il Museo geologico “Luigi Torri” di Caprino Bergamasco riapre le porte al pubblico: grazie alla collaborazione tra il Comune di Caprino Bergamasco e la cooperativa sociale Liberi Sogni, col sostegno di Fondazione Cariplo, per tutto il triennio 20/22 il Museo tornerà accessibile ai cittadini e non solo, con un fitto programma di proposte culturali, educative e ludiche. L’iniziativa rientra nel progetto “Il Museo di Comunità: cultura e comunità per crescere insieme” che mette in connessione le istituzioni con i territori, rilanciando il ruolo sociale e culturale dei musei nella direzione della partecipazione allargata, del coinvolgimento diretto dei cittadini, del dialogo interculturale e tra le generazioni, reinterpretando creativamente e collettivamente le storie, i sogni e i bisogni delle comunità locali.

Inaugurazione con la mostra “Arda Ché”

Con questi presupposti e obiettivi riapre il Museo geologico “Luigi Torri”. La prima di queste azioni partecipate è la mostra temporanea “Arda Ché”: la restituzione delle quattro settimane di Centro Ricreativo Estivo Outdoor che sette gruppi di bambini e  bambine hanno vissuto esplorando e abitando i torrenti, i boschi e i sentieri nelle frazioni e nei borghi di Caprino Bergamasco.

Come stanno i bambini? Di cosa hanno bisogno? Che cosa sognano? Queste le domande fondamentali che hanno guidato il lavoro degli educatori coi bambini e le bambine di Caprino durante l’estate, e la mostra va considerata come il racconto di questo processo condiviso in un quadro storico complesso come quello post-pandemico. Al visitatore si chiede di sospendere il giudizio e di mettersi in ascolto dei bambini, dei loro sogni e bisogni, proprio in un contesto storico e sociale che ci costringe collettivamente a ripensare la nostra relazione con gli altri, con gli animali e coi boschi, con i luoghi della natura e quelli del cuore. La mostra sarà aperta e visitabile tutti i sabati e le domeniche pomeriggio dal 26 settembre al 18 ottobre.

Tante le future iniziative

La mostra “Arda Ché” e i laboratori sono gratuiti. Negli stessi giorni sarà possibile visitare il Museo geologico “Luigi Torri” con il contributo di 5 euro a persona (gratuito per i caprinesi). A partire dal 18 ottobre e fino a marzo 2021, il Museo resterà aperto e visitabile tutte le domeniche, sempre al costo di 5 euro (gratuito per i caprinesi) e su prenotazione. La mostra, gli eventi e le visite al museo si svolgeranno in ottemperanza alle misure della normativa Anti-Covid vigente.

Per info e prenotazioni contattare il numero 334 736 8295 da lunedì a venerdì dalle ore 9.00 alle 12.00 e dalle ore 15.00 alle 18.00 oppure inviare una mail all’indirizzo: museodicomunità@liberisogni.org

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia