Cronaca
Cesana

Fiammate in ditta visibili dalla Statale 36: niente paura, è una operazione programmata

Le operazioni sono in programma il 4 e 5 marzo

Fiammate in ditta visibili dalla Statale 36: niente paura,  è una operazione programmata
Cronaca Lecco e dintorni, 28 Febbraio 2022 ore 17:54

Fiammate in ditta: niente paura, è una operazione programmata. La Ditta ButanGas spa ha infatti  comunicato  alla Prefettura di Lecco che nelle giornate del 4 e 5 marzo 2022 effettuerà ne  deposito di Cesana Brianza  in accordo con il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, un’attività manutentiva sul serbatoio tumulato GPL S2.

Fiammate in ditta visibili dalla Statale 36: niente paura, è una operazione programmata

"Questo tipo  attività comporterà la presenza di fiamma controllata, visibile nel territorio circostante il deposito, che potrebbe allarmare i residenti o gli automobilisti in transito nella zona sulla SS36 - spiegano dall'Ufficio territoriale del Governo - Trattandosi di una fiamma controllata l’azienda assicura l’assenza di condizioni di pericolo". 

La storia dell'azienda

La storia di ButanGas ebbe inizio in Italia il 13 dicembre 1948, grazie alla grande intuizione del Prof. Giuseppe Costantino Dragan, il quale, dopo essersi laureato in Giurisprudenza a Bucarest, decise nel 1940 di trasferirsi in Italia per studiare Scienze Politiche ed Economiche all’Università di Roma. Conseguiti gli studi, Dragan comprese subito le grandi potenzialità del GPL, prodotto poco conosciuto nel dopoguerra e decise così di fondare ButanGas S.p.A.

 

Sin dai primi anni, ButanGas seppe ritagliarsi un ruolo importante nel mercato di GPL, creando una distribuzione capillare su tutto il territorio nazionale, isole comprese. Inoltre, in regioni strategiche, vennero realizzate importanti reti di filiali, stabilimenti di stoccaggio e imbottigliamento del GPL.

 

In quest’ottica, nel 1951, ebbe inizio a Napoli la costruzione di un importante deposito costiero che, oggi, con i suoi 18.710 m3 di stoccaggio è uno dei più grandi del Tirreno. Negli anni successivi vennero inaugurati altri stabilimenti: Porto Torres (1955), Catania (1956), Bari (1960) Mantova (1961), Porcari (1962), Montalto Uffugo (1966), Pescara (1968), Volpiano (1972) e Cesana (2009). Forte di questa filosofia, ButanGas è cresciuta rapidamente fino a divenire uno dei principali player del mercato italiano del GPL.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie