Auruno

Ennesima auto in fiamme: è la quinta in pochi giorni. Cresce la paura del piromane

Sul posto i Vigili del Fuoco avrebbero trovato traccia di liquido infiammabile

Ennesima auto in fiamme: è la quinta in pochi giorni. Cresce la paura del piromane
Meratese, 17 Novembre 2020 ore 10:45

 

Ennesima auto in fiamme: è la quinta in pochi giorni e ad Airuno, teatro dei ripetuti roghi notturni, cresce davvero la paura del piromane.

Ennesima auto in fiamme: è la quinta in pochi giorni. Cresce la paura del piromane

L’ultimo inquietante episodio è avvenuto nella notte tra lunedì 16 e martedì 17 novembre. I Vigili del Fuoco, intorno alle 2.30 si sono precipitati ad Airuno, in via delle Libertà. Lì, all’interno di un cortile condominiale infatti stava bruciando una Fiat Panda di proprietà di una donna I pompieri sono riusciti a domare le fiamme. Non solo ma secondo alcune indiscrezioni avrebbero trovato traccia di liquido infiammabile. Segno che potrebbe confermare l’ipotesi di un intervento doloso. In merito alla vicenda sono stati allertati i Carabinieri che stanno si stanno occupando delle indagini.

I precedenti

Come detto infatti quello avvenuto questa notte è solo l’ultimo di una serie di incendi, cinque in tutto,  che hanno divorato altrettante auto ad Airuno. Due i roghi nella notte di sabato scorso avvenuti tra  via Consorziale e via Piave. Ancora prima, il 9 novembre 2020, sempre in in via Piave le fiamme avevano danneggiato una  Dacia Dokker (nella foto di copertina) parcheggiata lungo la strada e a chiamare i soccorsi era stato il proprietario stesso del veicolo. E ancora dodici giorni prima, invece, nella notte tra il 28 e il 29 ottobre 2020 era stata completamente divorata dalle fiamme un’utilitaria della Opel posteggiata in via Consorziale vicino al parco giochi

Gli episodi avevano spinto l’Amministrazione comunale “a attivare i pattugliamenti serali e a valutare l’installazione di nuove postazioni di videosorveglianza”

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia