Abitava a Brongio

E' morto di Coronavirus il gigante buono della discoteca Orsa Maggiore

L'uomo si è spento all'ospedale Manzoni di Lecco.

E' morto di Coronavirus il gigante buono della discoteca Orsa Maggiore
Cronaca Lecco e dintorni, 12 Aprile 2020 ore 20:55

"Mauro non dovevi farci questo brutto scherzo. Sei stato un grande amico, non meritavi questo. Riposa in pace". Questo l'ultimo omaggio che Carlo Sormani, titolare della discoteca Orsa Maggiore di Lecco, ha volto tributare a Mauro Molteni, storico volto del locale notturno lecchese.

LEGGI ANCHE Coronavirus, questa settimana una mascherina insieme al Giornale di Merate

Il Coronavirus "ha portato via" Molteni, il gigante buono dell'Orsa

Molteni, che avrebbe compiuto 55 anni a giugno, si è spento in un letto dell'ospedale Manzoni di Lecco dove si trovava ricoverato da alcuni giorni. Era risultato positivo al Coronavirus. Purtroppo a nulla sono valse le cure dei medici: Molteni, che per anni aveva rivestito il ruolo di responsabile della sicurezza del locale notturno affacciato sul lago, ha chiuso gli occhi per sempre.

LEGGI ANCHE Il professor Zangrillo fotografa il fenomeno Coronavirus: ecco che futuro ci attende

"Gigante buono", gentile, presente, educato: così viene definito Molteni nei tanto messaggi di cordoglio che sono rimbalzati in rete. A piangerlo, oltre ai tanti ragazzi che l'hanno  conosciuto all'Orsa, anche la comunità di Garbagnate Monastero, dove il 54enne abitava, in frazione Brongio.

Necrologie