Tragedia in montagna

E’ morta la 17enne precipitata sul Resegone

I tentativi disperati dei medici di strapparla alla morte sono stati drammaticamente vani e il cuore della giovane ha cessato di battere all'ospedale di Lecco.

E’ morta la 17enne precipitata sul Resegone
Lago, 10 Settembre 2020 ore 14:01

Il dramma si è trasformato in tragedia: è morta la 17enne precipitata sul Resegone nella tarda mattinata di ieri, mercoledì 9 settembre 2020. La giovanissima, M.C., 17 anni, residente e a Milano, è morta dopo l’arrivo al Manzoni  dove era stata trasportata con il codice rosso di massima gravità. I tentativi disperati dei medici di strapparla alla morte sono stati drammaticamente vani e il cuore della giovane ha cessato di battere all’ospedale di Lecco.

E’ morta la 17enne precipitata sul Resegone

Il terribile incidente è avvenuto intorno alle 11 di ieri, mercoledì 9 settembre. La giovane stava facendo una ascensione sul Resegone insieme ad altri tre amici, una ragazzo e una ragazza suoi coetanei e un diciannovenne. La comitiva stava percorrendo il sentiero 1. In testa al gruppo il maggiore dei giovani. L’ultima della fila la vittima della fatale caduta. E’ stata l’amica di M.C. , che la precedeva lungo il sentiero ad accorgersi che la ragazzina era scivolata. Quando si è girata infatti l’ha vista cadere all’imbocco del canalone Comera.

Vani i soccorsi

Le grida disperate dei giovani hanno richiamato l’attenzione di un escursionista. Mentre veniva messa in moto la macchina dei soccorsi, con la mobilitazione dei sanitari e degli uomini del soccorso Alpino, l’uomo si è calato per raggiungere la ragazzina che era rimasta bloccata da alcune piante. Quando l’escursionista ha visto l’eliambulanza dirigersi verso il Resegone ha iniziato a sventolare una maglietta rossa per favorire l’individuazione della giovane che è stata recuperata e trasportata quindi in ospedale dove è morta per la gravità delle ferite riportate.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia