Aggiornamento del sindaco

Coronavirus: contagi stabili a Missaglia

Ci sono 21 positivi, dodici persone in sorveglianza attiva e circa 20 cittadini che sono usciti dalla quarantena.

Coronavirus: contagi stabili a Missaglia
Casatese, 26 Aprile 2020 ore 16:11

Ventuno positivi e dodici persone in sorveglianza attiva. Ecco gli ultimi aggiornamenti relativi alla diffusione del Coronavirus a Missaglia. I dati sono stati resi noti dal sindaco Bruno Crippa tramite un’apposita nota pubblicata sul sito del Comune il 26 aprile 2020.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: i contagiati nel Casatese e nel Meratese

Coronavirus: contagi invariati a Missaglia

Il borgomastro, in primo luogo, ha voluto esprimere il suo cordoglio per i 9 missagliesi scomparsi dall’inizio dell’emergenza sanitaria dopo aver contratto il Covid-19 e ha comunicato i dati sul contagio in paese, cifre che risultano stabili e in linea con i giorni scorsi: «Un primo pensiero ai nostri caduti del Covid: sono 9, (3 fuori Comune o RSA) alcuni lontani dai loro cari con cui avevano diviso sogni, speranze, senza la consolazione del rito funebre e tanto è il loro dolore in questo tempo tormentato e ingrato. I dati ufficiali disponibili si attestano al comunicato del 17 Aprile: 21 persone contagiate (8 a domicilio) e 12 in Sorveglianza Attiva. Più di una ventina sono usciti dalla quarantena».

Terminata la consegna delle mascherine

Il primo cittadino ha poi espresso la sua gratitudine nei confronti dei volontari che si sono impegnati nella preparazione e nella consegna delle mascherine alle famiglie missagliesi: «La diffusione delle mascherine, due per ogni famiglia, è ormai conclusa. Vi saranno segnalate altre disponibilità di uso. Un ringraziamento va ai ragazzi dell’Oratorio coordinati da Don Emanuele per l’impegno, la collaborazione e lo spirito di servizio, agli altri volontari che le hanno preparate in Sala Consiliare dove è operativo il Centro di Coordinamento Comunale. Un grazie alle donne che le hanno cucite e alle aziende, società, privati e singoli che le hanno offerte. Questa solidarietà, per noi, rappresenta un soffio vitale di speranza. Brava Daniela Valagussa, che ha raccordato la distribuzione».

Ripresa della manutenzione del verde

Bruno Crippa si è inoltre dichiarato soddisfatto di come è stata gestita la riapertura della piattaforma ecologica con accessi contingentati e ha annunciato che riprenderanno a breve tutte le operazioni legate alla manutenzione del verde. I cimiteri e le casette dell’acqua rimarranno invece ancora chiuse fino alla prossima direttiva ministeriale in merito alla «fase 2» di «convivenza» con il virus.

Oltre 7mila euro di donazioni per l’emergenza sanitaria

Il sindaco, successivamente, ha ricordato l’importanza dell’iniziativa della solidarietà alimentare per venire incontro alle famiglie più bisognose e ha ringraziato i cittadini per la generosità mostrata nei confronti di tale problematica: «La solidarietà alimentare con i buoni spesa per i nuclei familiari in difficoltà economica continua: è un piccolo gesto per un grande aiuto per sostenere chi è più fragile. Siamo riusciti a dare anche risposte tempestive ad alcuni bisogni dei nostri cittadini. Comunico che al 21.4.2020 sono stati versati da privati, sul conto di tesoreria comunale per emergenza Covid – 19 Euro 7.360,00 e le donazioni stanno continuando. Tutti in Comune stanno facendo la loro parte, ne sono convinto. Abbiamo cercato di usare la testa, agire con intelligenza e lucidità lontani dalle sirene, da certi social, dai venditori di fumo, da coloro che in una situazione drammatica hanno fatto spettacolo».

Persone «a spasso» a Pasqua e Pasquetta

Bruno Crippa non ha però nascosto il suo rammarico per alcuni episodi di assembramento e di violazione della misure di contenimento del Covid -19 registrati durante le festività pasquali. Per questa ragione, il primo cittadino ha invitato i cittadini a continuare a indossare la mascherina e a mantenere la distanza di sicurezza in modo tale da tutelare la salute di tutti. «Abbiamo bisogno di aria, che tanto ci manca e di libertà, piano piano, da restituire anche ai bambini insieme al gioco, perché chiusi nelle nostre case, però abbiamo anche visto un’aria piena di coraggio. Lontani ma vicini, tutti insieme. Ci ritroveremo domani più. forti e uniti» – ha concluso Crippa.

7 foto Sfoglia la gallery

 

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia