Cronaca
Aggiornamento del sindaco

Coronavirus: 5 positivi a Castello di Brianza

Ci sono anche due persone in isolamento domiciliare

Coronavirus: 5 positivi a Castello di Brianza
Cronaca Meratese, 06 Aprile 2020 ore 10:59

Nessun nuovo contagio e riduzione dei cittadini in isolamento domiciliare. Questo è quanto è emerso dall'aggiornamento del 5 aprile 2020 in merito alla diffusione del Coronavirus a Castello di Brianza fornito dal sindaco Aldo Riva.

LEGGI ANCHE: I farmacisti: “Mascherine non disponibili prima di fine settimana prossima”

Cinque positivi al Coronavirus a Castello di Brianza

Il primo cittadino, in primo luogo, ha illustrato i dati relativi ai contagiati da Covid-19 in Lombardia e nella Provincia di Lecco per la giornata del 5 aprile 2020. Nello specifico, si parla di 1337 casi positivi e 249 decessi in più a livello regionale e di 50 nuovi contagi in più a livello provinciale. Per quanto concerne Castello di Brianza, invece, i positivi al Coronavirus sono cinque (in linea con quanto riportato il 4 aprile 2020) mentre le persone in isolamento domiciliare si sono ridotte a due.

Aldo Riva: «È importante non abbassare la guardia»

Nonostante i lievi miglioramenti a livello nazionale relativi a morti e contagiati degli ultimi giorni, il primo cittadino ha sottolineato l'importanza di continuare a rispettare le misure di isolamento per non rendere vani i provvedimenti presi fino ad'ora: «I dati oggi in Lombardia sono ancora rilevanti ed anche i decessi vedono numeri critici. E' importante non abbassare la guardia e rispettare l'ordinanza di non uscire per non vanificare tutti i sacrifici fatti sinora».

Mascherine obbligatorie in Lombardia

Il sindaco ha poi ricordato che Regione Lombardia ha emesso un'ordinanza che prevede l'uso obbligatorio della mascherina per tutti gli spostamenti e attività essenziali: «Per la Lombardia la novità è quella che da oggi chi è costretto ad uscire di casa (per quelle poche necessità urgenti e non rinviabili: es. spesa, salute, ed urgenze) deve obbligatoriamente avere la mascherina o una sciarpa di protezione degli organi del viso (naso e bocca)». Riva ha infine specificato che, a partire dalla giornata di oggi (lunedì 6 aprile 2020), il Comune avrà più indicazioni in merito alla quantità di mascherine che verranno distribuite dalla regione agli enti locali.

Domande aperte per i buoni spesa

Al termine del comunicato, il primo cittadino ha indicato i requisiti necessari per poter usufruire dei buoni spesa creati appositamente per l'emergenza sanitaria: «Si ricorda che sono aperte le domande per il Fondo solidarietà alimentare (buoni spesa). Possono presentare domanda coloro che hanno bisogno di un sostegno per acquisto generi alimentari per le famiglie che ad aprile prevedono di non avere entrate e redditi necessari per le spese della famiglia (causa la situazione di crisi e l'impossibilità di lavorare)».

 

 

 

Necrologie