Cronaca
Barzanò

Coronavirus: 14 positivi, il sindaco Aldeghi scrive alla popolazione

Dati aggiornati e un ringraziamento a volontari e operatori sanitari.

Coronavirus: 14 positivi, il sindaco Aldeghi scrive alla popolazione
Cronaca Casatese, 04 Aprile 2020 ore 15:31

A distanza di quasi un mese dalla comunicazione del primo contagio da Coronavirus a Barzanò il sindaco Giancarlo Aldeghi scrive alla popolazione per un aggiornamento e per ringraziare i volontari. Sono 14 i barzanesi risultati positivi al Coronavirus: alcuni ricoverati in ospedale, altre persone sono invece in isolamento domiciliare, ma c'è anche la bella notizia che alcuni contagiati sono guariti.  Il 4 aprile, a distanza di quasi un mese dalla prima comunicazione ufficiale, il sindaco di Barzanò, Giancarlo Aldeghi scrive nuovamente ai suoi cittadini per informarli rispetto all'evoluzione del contagio nel territorio.

LEGGI ANCHE Coronavirus, i dati del contagio del nostro territorio

La lettera del sindaco

Il primo cittadino ha precisato che non intende comunicare ogni giorno alla popolazione i dati che riguardano i contagi da Covid-19: "Vi aggiornerò solo periodicamente sull'evoluzione dell'epidemia, dal momento che i dati continuano a cambiare e non è indispensabile la loro conoscenza ai fini della prevenzione. Voglio anche evitare allarmismi ed essere subissato dalle telefonate dei cittadini che vogliono conoscere le generalità dei contagiati per capire se hanno avuto contatti diretti con il soggetto, come è successo dopo il mio primo comunicato. A questo proposito vi ricordo che quando si trova un nuovo contagiato le autorità sanitarie, al fine di una adeguata valutazione dei rischi di esposizione, contattano il paziente ed assumono informazioni, il più possibile dettagliate e documentate. questa procedura deve rassicurare tutti: se non si è contattati dalle autorità sanitarie non si è stati in contatto con le perosne contagiate o esposte.

LEGGI ANCHE Coronavirus: mascherine nella cassetta della posta 

Il ringraziamento ai volontari

Colgo l'occasione per ringraziare chi sta combattendo in prima linea, in particolar modo gli operatori sanitari,le forse dell'ordine, la protezione civile, gli amministratori e i volontari di Barzanò che si sono messi a disposizione nella consegna dei farmaci e dei generi alimentari alle fasce più deboli della nostra comunità. Ringrazio inoltre i dipendenti comunali per la loro disponibilità al lavoro per garantirei servizi essenziali e indifferibili. Infine rivolgo un pensiero e una preghiera commossa a tutti i medici ed operatori deceduti a causa del servizio a favore dei malati. Rimanendo sempre a disposizione di tutti per qualsiasi necessità, vi ricordo di uscire di casa solo nei casi consentiti dai provvedimenti in vigore e di attenervi alle disposizioni già diramate da tutti i mezzi di comunicazione".

 

 

 

Necrologie