I dubbi della fase 2

Canoa, cavallo, yoga all’aperto, caffè da asporto: le risposte del sindaco di Brivio

Airoldi ha condiviso con i cittadini le domande più frequenti che ha ricevuto tramite i social.

Canoa, cavallo, yoga all’aperto, caffè da asporto: le risposte del sindaco di Brivio
Meratese, 06 Maggio 2020 ore 17:02

Il sindaco di Brivio Federico Airoldi mette i puntini sulle i e spiega nel dettaglio alcune situazioni che si possono prestare a interpretazione. Lo ha fatto nel pomeriggio di oggi, mercoledì 6 maggio 2020, condividendo con la sua cittadinanza alcune domande che gli sono giunte in questi primi giorni di Fase 2.

LEGGI ANCHE I sindaci del Lecchese difendono le ordinanze: no all’auto per andare a fare sport

A Brivio, essendo una delle località della Brianza maggiormente frequentate da turisti, l’attenzione del primo cittadino e delle forze dell’ordine relativamente a possibili assembramenti è molto alta. “La circolazione delle persone è aumentata, com’era prevedibile. Torno a sottolineare che è obbligatorio l’uso della mascherina. Fare i furbi e non usarla è indice di scarso senso civico. Rispettiamo le norme che conosciamo per non vanificare gli sforzi sostenuti” ha affermato Airoldi, che ha poi condiviso alcune risposte date ai cittadini, invitandoli a scrivergli in Facebook per chiedergli delucidazioni.

L’uso della canoa

Le attività di surf short board, surf longboard, sup wave, sup race, wakeboard e sci nautico svolte individualmente rientrano nell’attività motoria e sportiva prevista dal’art.1 lettera f), nel rispetto delle prescrizioni igienico-sanitarie e del divieto di assembramento in occasione della preparazione, dell’esecuzione e della conclusione di tali attività, oltre che per l’accesso e l’uscita dai luoghi di svolgimento delle attività sportive.

Sono un istruttore di pilates e yoga, posso organizzarle lezioni all’aperto? No

L’attività è consentita solo se viene svolta individualmente in forma libera in aree o parchi pubblici, sempre nel rispetto delle prescrizioni igienico-sanitarie e del distanziamento interpersonale di almeno due metri, nonché del divieto di assembramento in occasione della preparazione, dell’esecuzione e della conclusione di tali attività, oltre che per l’accesso e l’uscita dai luoghi di svolgimento delle attività sportive. In caso di mancato rispetto di tali regole, il Sindaco può disporre la temporanea chiusura delle aree e dei parchi pubblici. L’attività dei centri dedicati è comunque sospesa.

Ho un cavallo, posso percorrere l’alzaia? No

È consentito il prelievo, anche temporaneo, del cavallo da parte del proprietario per lo svolgimento, solo all’esterno della struttura in cui l’animale si trova, dell’attività sportiva, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno 2 metri (DPCM del 26 aprile 2020, art. 1 c. 1 lett. f)

Un bar vende caffè da asporto, posso acquistarlo e consumarlo all’esterno del locale? No

Le attività di somministrazione di alimenti e bevande sono sospese, fatta tuttavia eccezione per gli esercizi che effettuano la consegna a domicilio o il servizio da asporto.
Il servizio di consegna a domicilio deve comunque svolgersi nel rispetto dei requisiti igienico-sanitari, sia per il confezionamento che per il trasporto, evitando che al momento della consegna ci siano contatti personali a distanza inferiore a un metro.
Lo stesso dicasi per la vendita da asporto dei prodotti alimentari (per es. coni gelato, cappuccini e tranci di pizza, etc.) che non potranno essere consumati nell’esercizio né in prossimità dello stesso, per evitare assembramenti.

Ho incaricato l’agenzia immobiliare di vendere l’appartamento. Possono portare i clienti a visionarlo? No

Le visite degli agenti immobiliari con i clienti presso le abitazioni da locare o acquistare potranno avere luogo solo quando queste siano disabitate.

A marzo era prevista la riunione annuale nel locale assemblee condominiale. Adesso possiamo farla? No

Per il momento vige il divieto di assembramento, quindi non è possibile tenere la riunione condominiale. L’amministratore potrà comunque inviare il rendiconto ed il preventivo spese ed i condomini dovranno versare le somme richieste per pagare i servizi comuni, la corrente elettrica, l’assicurazione e le manutenzioni.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia