L'intervento

App Immuni: l’onorevole Fragomeli chiede di rivisitarla

"Deve essere sviluppata e migliorata sia per rendere più effettivo il tracciamento dei contagi e le relative misure, sia per semplificare gli adempimenti digitali e automatizzati dei cittadini"

App Immuni: l’onorevole Fragomeli chiede di rivisitarla
Meratese, 24 Ottobre 2020 ore 10:02

di Gian Mario Fragomeli, deputato lecchese della Brianza e Capogruppo PD della VI Commissione Finanze.

Il concretizzarsi della seconda ondata pandemica in questi giorni di fine ottobre – oltre alle legittime preoccupazioni che viviamo sia a livello personale che istituzionale – ci mette difronte ad uno scenario complesso e diverso rispetto allo scorso marzo, con una presumibilmente maggiore durata delle misure di contrasto/convivenza con il virus. Infatti, in attesa del superamento della pandemia con un vaccino e delle specifiche cure  – proiettate ormai nel corso del 2021 –  gli strumenti adottabili da ognuno di noi (mascherine, igienizzazione continua, distanziamento) rappresentano dei coadiuvanti fondamentali ai primi due fattori: la convinzione delle singole responsabilità e l’onere delle Istituzioni di mettere in campo tutte le azioni utili a bloccare la diffusione del contagio.

A tale proposito, nel mio piccolo sono impegnato a sollecitare una rivisitazione di alcuni dispositivi come, ad esempio, l’app “Immuni” la quale, a causa della propaganda sovranista ridipinta nel quadro di tutela della  “privacy”, non ha avuto l’implementazione necessaria a fronteggiare la seconda ondata. Una piattaforma che deve essere sviluppata e migliorata sia per rendere più effettivo il tracciamento dei contagi e le relative misure, sia per semplificare gli adempimenti digitali e automatizzati dei cittadini – penso al superamento delle autocertificazioni cartacee durante le misure di chiusura, cosi come alla mappatura della mole degli spostamenti per le necessità di scuola e lavoro, finalizzata all’organizzazione in sicurezza dei mezzi del trasporto locale.

Vi è necessità, inoltre, di un’informazione puntuale e tempestiva sui divieti e sulle nuove regole adottate sui singoli territori che potrebbero avvenire, ad esempio, tramite avvisi sull’app. Insomma, uno strumento tecnologico che semplifichi concretamente la già troppo complicata quotidianità vissuta a causa della pandemia.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia