Menu
Cerca
Eccellenze lecchesi

Villa Lario, un affascinante resort a 5 stelle sul ramo lecchese del Lago di Como

Il 27 maggio riapre la più bella struttura ricettiva del lago. La sfida di Raffaella Di Gennaro e Esa Secca

Villa Lario, un affascinante resort a 5 stelle sul ramo lecchese del Lago di Como
Attualità Lago, 25 Maggio 2021 ore 13:45

Un affascinante resort a 5 stelle per lasciare alle spalle al più presto e nel migliore dei modi il lungo e interminabile periodo di lockdown e poter guardare finalmente al futuro con ottimismo. Dove? A Villa Lario Resort , prestigiosa struttura ricettiva di Mandello del Lario (Lecco) con le sue sette luxury suite, che riaprirà il prossimo 27 maggio.

Villa Lario, un affascinante resort a 5 stelle sul ramo lecchese del Lago di Como

Una ripresa suggellata da importanti e qualificanti novità. Prima su tutte il riconoscimento di hotel a 5 stelle, il primo sulla sponda Orientale del Lario, quella del ramo lecchese del lago, grazie anche alle due nuove suite realizzate nella storica darsena dell’antica dimora dei primi anni del Novecento interamente ristrutturata e aperta nel maggio del 2015. Suite molto particolari realizzate a sfioro sull’acqua e con un’impareggiabile vista sul lago e sui suoi tramonti mozzafiato. Due suite, progettate dall’architetto lecchese Michele Spreafico, unicità sul nostro lago, a pelo d’acqua, rifinite con materiali d’eccellenza, dotate di tutti i comfort di lusso e la splendida vista sulla darsena tra lago e monti.

Esa Secca, una delle due titolari

«Effettivamente – spiega Esa Secca, una delle due titolari – sono due camere molto particolari, a sfioro sull’acqua, con annesso un giardino privato per ognuna (la prima colazione in un’atmosfera del genere è impagabile) e spiaggia privata, inserite in un concetto di lusso ma sobrio, che hanno riscosso da subito molti consensi e anche tante prenotazioni. In verità non ci aspettavamo una risposta così immediata ma vuol dire che i nostri sforzi sono stati premiati».
Breva e Tivano è il nome con cui sono state “battezzate” le due suite richiamando i due venti tipici del ramo lecchese del Lago di Como: la breva vento da Sud e il tivano vento da Nord.

«Ci era sembrato carino  in un contesto del genere usare questi due nomi – prosegue Esa Secca – Devo dire che le due suite sono veramente speciali per la loro collocazione praticamente sul lago da dove si possono godere alba e tramonto solo aprendo una tenda. La sensazione che si prova è quella di essere quasi in barca ma con i comfort da albergo a 5 stelle.
Ci siamo anche tolte una piccola soddisfazione personale avendo creato una linea di costumi da bagno, sia per lei che per lui, con un design da noi ideato che rispecchia le nostre due personalità differenti ma che si completano, realizzati  con materiali ecosostenibili interamente Made in Italy».

L’executive chef lecchese Luca Mozzanica

In più, altra interessante novità, l’apertura al pubblico, e quindi non solo agli ospiti del resort, del ristorante “La Veranda” all’interno dello splendido parco.  In cucina l’executive chef lecchese Luca Mozzanica, che presenterà una proposta internazionale di piatti raffinati.
«La mia cucina – spiega Mozzanica – non è un segreto ma un’esperienza. Creatività, studio e ricerca la contraddistinguono. E’ in questo contesto che vorrei regalare emozioni uniche».
Mozzanica ha già avuto modo di farsi apprezzare nelle scorse stagioni per professionalità e ricercatezza dei suoi piatti. Molto grazie al fatto di essere “cresciuto” sotto la guida di uno chef stellato di rango come Claudio Prandi uno dei grandi interpreti della grande cucina sin dai tempi del mitico “Griso”.
Insomma tutto è pronto per la grande riapertura. Raffaella Di Gennaro ed Esa Secca, le due titolari di Villa Lario Resort, che non vedono l’ora, confidando anche nel “green pass” di far ripartire la “macchina” del turismo sul nostro Lago.

«Se escludiamo il primo anno di apertura anomalo per via dell’effetto Expo e l’ultimo per la pandemia, in soli quattro anni di intenso lavoro,  siamo veramente soddisfatte di questo riconoscimento di hotel a 5 stelle – spiega Esa Secca – Un vanto per noi, per il nostro staff, ma anche per il territorio. Ora vogliamo lanciare un messaggio di positività pur sapendo che ci attenderà una stagione ancora incerta. Ma noi ci crediamo nella ripresa dopo l’emergenza mondiale e siccome la vita va avanti abbiamo voluto puntare sul meglio».
Turismo di lusso in chiave internazionale, matrimoni di prestigio e grandi eventi: Villa Lario Resort oltre ad un servizio di prim’ordine punta anche sull’emotività: «Villa Lario Resort – spiega Raffaella Di Gennaro – è immersa in un parco di diecimila metri quadrati direttamente sul lago, con piscina, due spiagge e pontile privati oltre ad un esclusivo eliporto. Servizi importanti ma in questi anni abbiamo capito, con gli occhi dei nostri ospiti, che è il lago, il panorama che, accanto al lusso, rappresenta il nostro valore aggiunto. Anche per noi questo è stato motivo di crescita e voglia di investire ancora».

2022 atteso come l’anno della ripresa definitiva

L’imminente riapertura  sarà quindi il trampolino di rilancio verso un 2022 atteso come l’anno della ripresa definitiva.
«Ogni anno rappresenta per noi nuove esperienze che ci inducono a migliorare sempre per meglio “coccolare” i nostri ospiti soprattutto ora dopo un periodo difficile per tutti – spiegano in coro le titolari – L’essere donne ci porta probabilmente ad una maggiore attenzione per i dettagli ed a una maggior sensibilità verso il cliente. E in questo siamo facilitate da un team molto giovane e coeso. Puntiamo molto sul rapporto di stima con la valorizzazione di ogni singolo dipendente come persona: dal responsabile di reparto all’addetto ai lavori di secondo piano. Una stima che, aldilà dell’aspetto etico, paga; basta leggere le recensioni dei nostri clienti che sottolineano oltre al ruolo della struttura anche quello del personale. Ora però vogliamo riprenderci la vita lavorativa ben sapendo che la vera ripresa per noi sarà nel 2022».

Necrologie